San Paolo, un lifting non può bastare: Ancelotti ha fatto aprire gli occhi

San Paolo, un lifting non può bastare: Ancelotti ha fatto aprire gli occhi

San Paolo, la questione è ancora in essere

di Redazione

La questione San Paolo tiene banco, non è per nulla semplice da gestire. Ci è voluto Carlo Ancelotti per tirare giù le maschere e capire che qui le cose devono cambiare: si va in giro per l’Europa e si rimane con gli occhi spalancati per la bellezza degli impianti, ma la verità è che le cose stanno cambiando anche in Italia e Napoli sta rimanendo indietro. Non può bastare un semplice lifting a una struttura vecchia di 60 anni: da una parte il Comune che non vuole mollare il San Paolo, dall’altra una società che vorrebbe uno stadio tutto suo.Come riportato dal Corriere dello Sport, il San Paolo è oggetto di controversie da diversi anni e quest’ultima sui lavori ha dell’incredibile: terminati a 24 ore dalla sfida con la Sampdoria, quando c’erano ben due mesi abbondanti per fare le cose con calma. Ma quando si spegneranno i riflettori, chi volete che vada a guardare cosa si nasconda nel ventre del San Paolo: il trucco c’è ma non si vede, però si sente…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy