Il Napoli vince ma senza la fiducia dei tifosi

Il Napoli vince ma senza la fiducia dei tifosi

Napoli senza la fiducia dei propri tifosi: l’immagine emblematica della stagione

di Redazione

Il Napoli vince sul campo del Frosinone e allunga sull’Inter in classifica ma non può festeggiare. O meglio ci prova ma questa volta sono i tifosi, presenti sugli spalti, a tirarsi indietro ed a scrivere una brutta pagina della loro storia piena di amore per la maglia partenopea.

LA RICOSTRUZIONE – Immaginate la scena. Termina la partita e Josè Callejon, in veste di capitano vista l’assenza di Insigne, si avvicina alla curva dove i supporters azzurri sono seduti e lancia loro la sua maglia. Un segno di affetto, di vicinanza da parte della squadra che spera di avere il pubblico sempre dalla loro parte. Qualcosa, però, in quel momento succede e lo spagnolo si vede restituire quella maglia. La sua reazione è la più ovvia possibile: se ne va a testa bassa. A quel punto è Mertens che si avvicina e chiede il perchè ma i tifosi non si muovo dalla loro posizione: “Meritiamo di più”.

LA REAZIONE DEL NAPOLI – Come Callejon, anche Mertens allora se ne va negli spogliatoi scuro in volto, desolato per quanto accaduto. A spiegare le emozioni della squadra, poi, è stato lo stesso incredulo tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti: “Ho sentito i calciatori dispiaciuti per l’accaduto. Rimango sorpreso perché a questi calciatori, e non solo quest’anno, si può rimproverare tutto ma non serietà e professionalità”.

CLIMA – Un gesto questo che non fa altro che accrescere la tensione intorno alla squadra colpevole, secondo la frangia estrema dei tifosi, di aver reso deludente una stagione che sembrava essere cominciata con le migliori intenzioni. Un gesto che si unisce a quelli visti in occasione delle ultime uscite stagionali: dai fischi ad Insigne nel momento della sostituzione contro l’Arsenal, allo striscione visto al San Paolo nel match contro l’Atalanta passando per quelli visti ieri in città contro la società e quanto accaduto tra le mura dello Stirpe oggi.

CAMBIO ROTTA – Insomma un ambiente che mette la squadra e la società sulla graticola e che, oramai, sembra non avere più alcuna fiducia in questa squadra. Nei mesi scorsi, di fronte alle difficoltà della squadra, sono stati loro, i tifosi, a chiedere sempre un cambio di rotta, un cambio di marcia ma forse adesso tocca a loro cambiare questo atteggiamento e supportare ancora questa squadra e questa maglia.

di Maria Ferriero

©RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy