Napoli-Roma, le pagelle: Callejon a testa alta, Insigne con un gol alla Insigne

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1

Napoli-Roma, le pagelle del posticipo della 30a giornata di Serie A. Nel primo tempo le squadre si accendono a tratti e creano pericoli alla porta avversaria, ma senza finalizzare. Gli azzurri prendono anche una traversa con Milik nella prima frazione, il numero 21 della stagione partenopea. Nella ripresa le squadre trovano la via del gol a brevissima distanza: un botta e risposta che rispecchia tutto sommato gli equilibri della gara. Alla fine il capitano Lorenzo Insigne spezza definitivamente il pareggio con un gioiello, la specialità della casa: il tiro a giro.

Napoli-Roma, le pagelle degli azzurri

NAPLES, ITALY – JULY 05: Edin Dzeko of AS Roma vies with Diego Demme and Fabian Ruiz of SSC Napoli during the Serie A match between SSC Napoli and AS Roma at Stadio San Paolo on July 05, 2020 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Meret 6 – Forse in ritardo sulla conclusione di Mkhitaryan che vale l’1-1, ma il pallone che passa tra le gambe di Di Lorenzo poteva facilmente ingannare il numero uno azzurro.

Di Lorenzo 5,5 – Non risulta brillante, in avanti l’apporto è davvero poco. Il duello con Spinazzola lo obbliga a restare sempre abbastanza arretrato. Nei minuti finali il suo gol è giustamente annullato per fuorigioco.

Manolas 6,5 – Il greco torna titolare e per oltre un’ora domina gli ex compagni di squadra. In coppia con Koulibaly mostra la difesa quasi impenetrabile che i tifosi si aspettavano fin dall’inizio di questa stagione.
(Dal 64′ Maksimovic 6,5 – Il suo avversario è Edin Dzeko, ma la fisicità del bosniaco non sfonda la difesa azzurra. Maksi riprende da dove aveva lasciato il suo posto nella retroguardia partenopea e allontana i fantasmi della sconfitta di Bergamo)

Koulibaly 7 – Kalidou rende la vita impossibile a Kluivert, che a metà della ripresa viene richiamato in panchina senza essere riuscito mai a rendersi pericoloso dalle parti di Meret. Il merito è del centrale azzurro, questa sera apparso in forma smagliante.

Mario Rui 7 – Una gara perfetta contro la sua ex squadra, dove non ha mai trovato grande continuità. Scaricato dalla Roma appena il Napoli si fece interessato, questa sera si è preso una grande rivincita. I giallorossi non passano sulla sua corsia, il cross per il gol di Callejon è un assist al bacio da spedire alle spalle di Pau Lopez.

Centrocampo e attacco

NAPLES, ITALY – JULY 05: Piotr Zielinski of SSC Napoli shoots as Pau López of AS Roma comes out to block during the Serie A match between SSC Napoli and AS Roma at Stadio San Paolo on July 5, 2020 in Naples, Italy. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Fabian 6,5 – il centrocampo del Napoli ritrova gioco e geometrie con lo spagnolo, la manovra diventa più fluida e pericolosa quando l’ex Betis imposta.

Demme 7 – La prestazione mediocre a Bergamo contro l’Atalanta è soltanto un ricordo, questa sera il centrocampo del Napoli non perde un contrasto. Zielinski e Fabian tessono gioco, Diego spezza quello avversario nel migliore dei modi.
(Dal 70′ Lobotka 6)

Zielinski 6,5 – Più volte pericoloso, prova la conclusione dai venti metri. Non sempre inquadra lo specchio della porta, ma impensierisce comunque la difesa giallorossa che fa fatica a marcarlo nei suoi inserimenti tra le linee.

Callejon 6,5 – Nel primo tempo ha una palla da spedire soltanto dentro, ma la velocità del rimbalzo non gli permette di insaccare e spedisce sopra la traversa di testa. Nel secondo tempo fa quello che sa fare meglio: galleggia tra le linee e con un inserimento perfetto batte la difesa della Roma. Ancora un gol dopo quello alla SPAL segnato sempre al San Paolo appena sette giorni fa.
(Dal 70′ Lozano 6,5 – Due volte serve Mertens in maniera ottima, entra subito bene in partita)

Milik 6 – Una traversa colpita, poco altro nel corso della sua gara. Una prestazione tuttavia sufficiente per il numero 99 polacco.
(Dal 63′ Mertens 6 – Un bel tentativo a volo su assist di Lozano prima, un tiro di controbalzo poi. A servirlo è sempre il messicano, che dimostra una grande intesa).

Insigne 7 – Un capitano che corre a tutto campo, spesso anche in difesa per recuperare e dare una mano ai compagni. Il gol impreziosisce la sua prestazione, un lampo che squarcia il San Paolo: un tiro a giro, un gol alla Insigne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Luca D’Isanto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy