Il Roma – Napoli-Inter, la grande occasione di Insigne per riprendersi il San Paolo

Il Roma – Napoli-Inter, la grande occasione di Insigne per riprendersi il San Paolo

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1
Insigne Napoli

Napoli Inter Insigne | Fischi, solo fischi e contestazioni. In questa stagione Lorenzo Insigne è diventato il capro espiatorio di tutto ciò che è successo. Da capitano e napoletano è stato individuato come il maggior colpevole del deludente cammino in campionato. Certo, qualche critiche se le è anche meritata ma di sicuro non così tante proteste. Gli va contestato che nella notte dell’ammutinamento non sfruttò il suo ruolo per convincere i compagni ad andare in ritiro. Anzi, è stato ritenuto come uno dei capi della rivolta del 5 novembre e non a caso quando ci fu l’allenamento a porte aperte al San Paolo venne contestato più di tutti gli altri. Purtroppo il fil rouge è stato sempre lo stesso fino allo scorso 14 dicembre. Quando al minuto 79’ Gattuso decise di sostituirlo con Lozano dagli spalti i tifosi si scatenarono. Una colata di fischi che lo fecero rimanere abbastanza attonito. E dire che non stava giocando neanche male rispetto al resto della squadra. Ma adesso va di moda prendersela con lui a prescindere.

Napoli, Insigne
(Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Napoli-Inter, Insigne tornerà protagonista?

SI TORNA AL SAN PAOLO. Domani sera, a distanza di ventidue giorni, il capitano ritrova il suo pubblico. C’è l’Inter capolista al San Paolo e quale migliore occasione per far pace con la propria gente giocando una grande partita. Magari segnando anche il gol della vittoria. Lo meriterebbe il Magnifico. Se l’andamento del Napoli è stato così disastroso non è stata solo colpa sua. Ha cercato di dare il massimo in una posizione del 4- 4-2 di Ancelotti non consona a lui. Fare il centrocampista e dover tornare a difendere pure lo ha reso meno forte. Le sue caratteristiche sono altre e ne sa qualcosa Sarri. E non a caso con Gattuso è tornato ad essere parte integrante del 4-3-3. Con il Sassuolo ha fatto delle ottime giocate ed è cresciuto mentalmente e fisicamente. Adesso deve fare la differenza nel big match contro i nerazzurri. Dall’altra parte c’è quell’Antonio Conte che lo conosce bene avendolo avuto come commissario tecnico della nazionale italiana. Sarà fondamentale sostenerlo. I napoletani dovranno essere dalla sua parte altrimenti si farà solo un favore a Lukaku e compagni. Ha nelle corde le qualità per dimostrare di essere un campione e trascinare la sua squadra alla vittoria. Battere l’Inter darebbe una botta di autostima incredibile e se poi a decidere l’incontro fosse Insigne non avrebbe prezzo. Il San Paolo esploderebbe di gioia e farebbe pace con il suo capitano.

Fonte: Salvatore Caiazza per Il Roma

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. infodeg_5257949 - 5 mesi fa

    Insigne é sempre protagonista, ma in negativo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy