Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Luna Park al “Maradona”: dall’ottovolante di Fuorigrotta sbuca il primo KO casalingo

NAPLES, ITALY - DECEMBER 04: Dries Mertens of Napoli during the Serie A match between SSC Napoli and Atalanta BC at Stadio Diego Armando Maradona on December 04, 2021 in Naples, Italy. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Il Napoli esce sconfitto nell'ottovolante del "Maradona" contro l'Atalanta valida per la sedicesima giornata di serie A: la cronaca del match

Tony Sarnataro

Il Napoli esce sconfitto per 2-3 nell'ottovolante del "Maradona" contro l'Atalanta, gara valida per la sedicesima giornata di serie A. Una partita pazza, vissuta a mille da entrambe le squadre con sorpassi e controsorpassi. Alla fine la sbuca Gasperini alla sesta vittoria su sette gare in trasferta. Con questo KO gli azzurri perdono la vetta della classifica e ora saranno costretti a rincorrere Milan e Inter. Inoltre torna sotto anche la Dea adesso a -2 dagli azzurri. E dire che i partenopei erano riusciti a rimontare lo svantaggio iniziale di Malinovsky, con le firme di Zielinski e Mertens a cavallo dell'intervallo. Poi però le tante assenze si sono fatte sentire, con un crollo psico-fisico nella parte centrale del secondo tempo, dove gli orobici hanno piazzato l'uno-due mortifero con Demiral prima e Freuler poi.

Primo tempo orobico ma al 45' è pari

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

La sorpresa è Malcuit nella formazione titolare. Il primo tempo vive di fiammate, quasi tutte bergamasche. Gli orobici si trovano in vantaggio al primo affondo dopo una discesa sull'out di sinistra finalizzata dall'assist di Zapata per Malinovsky. Gli azzurri provano una reazione più di pancia che di forza tecnica e sono gli uomini di Gasperini ad andare più volte vicini al raddoppio. Bravo Ospina in un paio di circostanze. Il Napoli è tutto in un'azione di Lozano non sfruttata. Le squadre sono lunghe e il centrocampo non funziona a dovere. Ma al 45' negli spogliatoi si va in parità: merito di Zielinski che con una doppia conclusione (la prima ribattuta, la seconda è quella giusta) pareggia la sfida.

Dal Luna Park del "Maradona" sbuca la Dea: primo KO casalingo per il Napoli

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Nel secondo tempo il tappo salta. Pronti-via e il Napoli si trova avanti con la rete di Mertens abile a finalizzare un contropiede ottimamente orchestrato. Ma l'Atalanta non muore mai e assedia gli azzurri nella propria area di rigore. Prima il VAR rimedia ad una topica di Mariani che vede un incredibile fallo di mano inesistente. Ma poco dopo sono Demiral e Freuler a ribaltare le sorti della sfida. Entrambe azioni sviluppate in verticale, stile Atalanta e soprattutto a difesa azzurra schierata. L'assenza di uomini chiave, uno su tutti Koulibaly, si è fatta sentire nel momento clou della partita. Gli ultimi minuti sono un assalto azzurro, con Mertens e compagni più volte vicini al 3-3. Ma la fortuna questa sera non è dalla parte del Napoli che vede così concretizzarsi il primo KO casalingo della stagione.

a cura di Tony Sarnataro

©RIPRODUZIONE RISERVATA