Modugno: “Non c’è normalità a Castel Volturno. Possibile drastica decisione del Napoli prima del Barcellona”

Modugno: “Non c’è normalità a Castel Volturno. Possibile drastica decisione del Napoli prima del Barcellona”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Barcellona Napoli, le parole di Modugno

Continua a dilagare l’emergenza per il Coronavirus. Una situazione che ha costretto il governo, con l’intesa della stessa FIGC, ad interrompere anche tutte le partite di calcio per il campionato Serie A. Una decisione che, però, non ha colpito le competizioni europee come la Champions League. Il Napoli, proprio nei prossimi giorni, sfiderà il Barcellona in una fondamentale gara in programma, però, tra le mura di un Camp Nou vuoto. Sarà difficile, quindi, scendere in campo ma anche arrivare nella città spagnola in quanto sono stati annullati tutti i viaggi anche in aereo. Per questo motivo, la società ha trovato una soluzione ovvero in aereo fino in Francia e, poi, da lì per spostarsi sarà necessario usare l’autobus. Un momento che sta influenzando anche gli umori del gruppo stesso che nella giornata di oggi si è ritrovato sul campo di Castel Volturno. Alcune delle sensazioni sono state messe in evidenza dal giornalista Sky, Francesco Modugno, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Di seguito quanto messo in evidenza.

Le parole di Modugno

Modugno

“Quì, presso il cento tecnico di Castelvolturno non c’è normalità. Non stiamo solo parlando di calciatori, ma anche di mariti e padri di famiglia. Barcellona Napoli? Crescono le probabilità per il Napoli di fare la consueta rifinitura pre Champions qui a Castelvolturno e non al Camp Nou. L’obiettivo adesso è di cercare di evitare assembramenti, di tutelare la squadra. Nelle prime battute si è cercato anche di raccomandare di avere atteggiamenti molto più responsabili”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. infodeg_5257949 - 4 mesi fa

    Le solite pagliacciate da incompetenti e/o in malafede.. Sospesi i voli, ma quelli di linea. E quando mai le squadre di calcio di tutto il mondo usano i voli di linea? Quindi: un charter che ospiti una trentina di persone, opportunamente certificate prima della partenza di non essere a rischio contagio, quale problema può presentare? Purtroppo sarei scettico sulla buona salute degli spagnoli, vista la leggerezza con la quale hanno
    affrontato il virus finora. E follia sarebbe arrivare in pullmann dalla Francia a Barcellona, considerando le soste tecniche (in cavalleria si chiamano fermate del piscio), in un Paese che ha messo il virus sotto il tappeto e che adesso si sta manifestando in tutta la sua virulenza. Ma, alla fine, vuoi vedere che il grande Barcellona teme il nostro Napolicchio, e vuole metterci artatamente il bastone fra le ruote? Mi piacerebbe ascoltare qualche commento da addetti ai lavori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy