Napoli, il resp. dei tamponi: “Gli azzurri sono a rischio. La UEFA deve intervenire sulle positività dell’AZ”

di Giuseppe Canetti
mirone petagna tamponi napoli

È notizia dell’ultim’ora che il focolaio in casa AZ è destinato ad ingrandirsi. Il club olandese, tramite un comunicato, ha fatto sapere che sono state riscontrate nuove positività oltre quelle dei giorni scorsi. Tutto ciò a due giorni dalla partita di Europa League tra la squadra di Alkmaar e il Napoli. Vincenzo Mirone, responsabile tamponi Covid-19 degli azzurri, ai microfoni di Radio Punto Nuovo, ha detto la sua sulla vicenda.

Mirone: “L’AZ può mettere a repentaglio la salute del Napoli”

NAPLES, ITALY – OCTOBER 17: Dries Mertens, Kalidou Koulibaly and Hirving Lozano of SSC Napoli celebrate the 1-0 goal scored by Hirving Lozano during the Serie A match between SSC Napoli and Atalanta BC at Stadio San Paolo on October 17, 2020 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Vincenzo Mirone, responsabile tamponi Covid-19 del Napoli, ai microfoni di Radio Punto Nuovo, ha detto la sua riguardo il focolaio in casa AZ Alkmaar:

“Al Napoli faremo i tamponi come da protocollo e per giovedì avremo le risposte. Per quanto riguarda l’Alkmaar ed i positivi, rientriamo nella questione del buon senso. Da tecnico riscriverei protocolli adeguati a questo periodo molto simile al primo Covid. Forse la UEFA dovrebbe intervenire visto che riguarda una partita di Europa League, esattamente come è intervenuta la Lega per quanto riguarda la questione sulla partita Juventus-Napoli. Il Genoa ci è costato due positivi, Elmas e Zielinski. All’Alkmaar ci sono anche più positivi e metteremmo a rischio i nostri giocatori, è evidente ci sia preoccupazione. Oggi pomeriggio arriverà l’ultimo tampone che manca”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy