Mihajlovic: “Oggi meritavamo di più, abbiamo commesso troppi errori. Possiamo battere chiunque”

di Mattia Fele, @FeleMattia
mihajlovic

Il Napoli vince ancora in casa. Questa volta la vittima è stata il Bologna di Sinisa Mihajlovic, sconfitto dai goal di Insigne (13 goal in questo campionato) ed Osimhen, che è tornato al goal – l’ultima rete l’aveva segnata proprio contro il Bologna, all’andata -. Ottimi anche i primi 20′ di Dries Mertens, calato poi con il tempo. Il vero trascinatore del Napoli è stato indubbiamente Lorenzo Insigne, di una qualità superiore rispetto agli altri 21 in campo. Bella prestazione anche di Piotr Zielinski. Nota stonata per il Napoli l’infortunio di Ghoulam, gestito male durante la stagione ed incorso in quello che sembrerebbe uno stiramento. Quanto al Bologna, gli uomini di Mihajlovic hanno messo in difficoltà il Napoli nella parte centrale del primo tempo e ad inizio secondo tempo. Ne ha parlato proprio il tecnico dei felsinei nel post-gara a Sky Sport.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL CALCIO NAPOLI

Mihajlovic: “Napoli? Meritavamo di più…”

mihajlovic
(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Sulla sconfitta di oggi

Noi abbiamo giocato e loro hanno segnato. Abbiamo giocato meglio noi, ci siamo fatti dei goal da soli. Il risultato è fasullo, non meritavamo di perdere. Loro sono stati più bravi di noi a segnare, il calcio è così.

Rendimento fuori casa negativo, come mai?

Dobbiamo salvarci e abbiamo 28 punti, facciamo il nostro campionato. Potevamo far meglio ma anche peggio, visti gli infortuni. Facciamo il massimo, poi abbiamo delle colpe di certo, ma non posso dire nulla ai miei ragazzi. Abbiamo fatto errori individuali sulle loro reti. Dobbiamo essere sempre attenti, ma se giochiamo così abbiamo tante possibilità di vincere le prossime gare.

Cosa manca al Bologna per fare salto di qualità?

Il nostro obiettivo è comunque quello di salvarci. La squadra che abbiamo è una squadra che qualitativamente se sta bene, se ha l’atteggiamento giusto può vincere contro chiunque in questo campionato. Quando questo ci manca facciamo fatica, ma le prestazioni le facciamo sempre. Facciamo spesso la partita, abbiamo una buona identità e creiamo, ma segniamo troppo poco per ciò che costruiamo in fase offensiva. Ci manca questo, ma anche la qualità dei giocatori.

Su Barrow

Barrow ha molte potenzialità. Per me non è una prima punta, è un esterno. Poi stiamo lavorando con lui per farlo giocare davanti, e comunque ha buone caratteristiche in questo senso. Deve imparare qualche movimento, ma bisogna avere pazienza. Dobbiamo aspettarlo per insegnargli dei princìpi, ha ancora molti alti e bassi. Se potrà segnare 15-20 goal a stagione dipenderà da lui, dalla sua voglia. Ha le potenzialità per farlo, ma c’è ancora da lavorare.

Come mai si segna meno su punizione?

Anche dopo quindici anni in allenamento segno più io dei miei calciatori (ride, ndr). Si può sicuramente allenare questo fondamentale, ma bisogna aver passione per farlo. Io e te (riferendosi a Del Piero) restavamo dopo gli allenamenti a calciare punizioni. Io invece da 12 anni non vedo da allenatore nessun calciatore che resta in campo e si allena, sono spesso io a consigliarlo a loro. 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy