Mario Rui: “Chiedo ai tifosi di dimenticare gli ultimi mesi, svolta contro l’Inter. Lobotka? Lo accoglieremo”

Mario Rui: “Chiedo ai tifosi di dimenticare gli ultimi mesi, svolta contro l’Inter. Lobotka? Lo accoglieremo”

di Claudia Vivenzio
Mario Rui

Mario Rui: “Stiamo bene moralmente. Lobotka? Pronti ad accoglierlo”

Il terzino del Napoli, Mario Rui, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli durante la trasmissione di Radio Goal:

Sulla condizione 

“Moralmente sto bene. Fisicamente ci stiamo preparando bene e forte, ci sta un po’ di stanchezza ma è proprio per preparare al meglio il match”.

Su Gattuso

“Ogni allenatore ha il suo modo di giocare, prima facevamo quello che ci diceva il mister Ancelotti, adesso quello che fa Gattuso. Credo che il mister era un po’ più duro di me da calciatore. L’energia che aveva da giocatore la sta mettendo anche adesso da allenatore”.

Sul mese di gennaio

“Gennaio mese decisivo? Sicuramente sarà un mese molto importante. Vogliamo fare bene anche per cambiare un po’ il ritmo dell’ultimo periodo”.

Sull’Inter

“Mi aspettavo un’Inter forse perché già negli anni precedenti era forte. Con Conte sono migliorati ancora di più. Sarà una partita difficilissima su tutti gli aspetti. E’ una squadra che ha gamba, quantità e qualità. Giochiamo in casa, vogliamo metterli in difficoltà e portare i 3 punti a casa”.

Sul Barcellona

“Affronterà Lionel Messi? Se inizio a pensarci adesso mi verrà il mal di testa. Posso però ritenermi un calciatore fortunato aver affrontato i giocatori più forti del mondo”

Su Di Lorenzo

“Mi ha stupito molto. Sapevo già che fosse un calciatore forte però sicuramente vederlo da vicino è ancora più impressionante. Sono molto contento per lui come per tutti gli altri”.

Su Lobotka

“Siamo pronti ad accogliere qualsiasi giocatore possa arrivare, siamo un bel gruppo. Onestamente in questo momento non pensiamo al mercato, ci sono tante altre cose a cui dobbiamo pensare. Ma se dovesse arrivare qualcuno, saremmo pronti a dargli il benvenuto”.

Sulla città

“Ho un buon rapporto con la città. Ho avuto alti e bassi ma è normale”.

Sui vari allenatori

“Io l’ho avuto da Empoli e mi ha fatto vedere un calcio in modo diverso. Ancelotti mi ha trasmesso la responsabilità e la grandezza della persona che è. Gattuso invece trasmette grandissima grinta ed energia”.

Sull’obiettivo 

“L’obiettivo è quello di risalire il più possibile. E’ vero che non abbiamo fatto benissimo per 2 mesi ma nessuno di noi si merita una situazione del genere. Il nostro compito è migliorare e riportare gioia a tutti”.

Sullo Scudetto

“Chi vorrei che lo vincesse tra Juventus e Inter? Io spero che vinca il migliore, la squadra che merita di più”.

Sulle peggiori partite

“Quale partita giocherei di nuovo tra Juventus-Napoli, Napoli-Atalanta, Napoli-Cagliari? Scelgo il match contro il Cagliari perché dal mio punto di vista stavamo facendo una bellissima partita. Avevamo lasciato davvero poco ai sardi, che sono la rivelazione di questo campionato, ma non avevamo lasciato alcun spazio a loro. Inoltre da quella partita ci siamo un po’ persi, è stata una discesa costante da lì”.

Sui tifosi

“Devono aspettarsi il nostro impegno perché vogliamo cambiare tutto ciò che è stato facendo . Se posso, vorrei chiedere ai tifosi di dimenticare quanto fatto e di guardare avanti”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy