Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Mandragora avvisa il Napoli: “Non vediamo l’ora di scendere in campo. Sulle mie origini…”

Rolando Mandragora e Diego Demme (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Le parole di Mandragora

Giovanni Ibello

Rolando Mandragora, centrocampista del Torino, ha parlato a Torinochannel. Ecco quanto evidenziato da Torinogranata (sito di informazione che segue da vicino le vicende dei piemontesi) e ripreso da Calcionapoli1926.it:

Sulle sue origini

"Sono contento di tornare a Napoli, sarà una partite piena di emozioni. Gioco nella mia città, cercherò di lasciare da parte le emozioni e disputare una partita convincente. Ho lasciato Napoli a 14 anni, è la mia città natale e dove vive la mia famiglia".

Mandragora parla della sfida col Napoli

 (Getty Images)

Sul Napoli

"È in grande forma e con un organico che lotta per traguardi importanti. Noi ci stiamo allenando bene e non vediamo l'ora di scendere in campo". 

Su queste settimane di preparazione

"C'erano tanti nazionali, il mister ci ha fatto lavorare e noi lo abbiamo fatto con grande entusiasmo. Arriveremo alla gara nel migliore dei modi, i nazionali sono tornati e staranno bene anche loro".

Sulla gara e sui singoli duelli

"Per il nostro tipo di gioco, fanno la differenza. Cercheremo di vincerne il più possibile, chi ne vincerà di più vincerà la partita perché anche per il Napoli sono un'arma vincente".

Sulla sua famiglia

"Ho comprato tanti biglietti - prosegue - quando torno a Napoli viene a vedermi tutta la famiglia. Sarà bello giocare davanti a loro, anche se forse non ci sarà la mia ragazza. È la mia gente, mi fa piacere ricevere gli applausi".

Sullo stadio pieno al 75%

"È una bella notizia. Dopo un periodo difficile si torna alla normalità ed è bello. Trovare un clima ci darà motivazioni in più. Proveremo a tapparci le orecchie e correre".

Sulla prima parte di stagione: "Dobbiamo essere consapevoli di ciò che stiamo facendo: i risultati potevano essere diversi, deve essere per noi uno stimolo a migliorare sotto tutti i punti di vista. Alla fine è il risultato che conta, noi speriamo di ottenere punti nelle prossime gare".

Sul recupero di Zaza e Belotti: "Ci fa piacere ritrovarli, sappiamo che quando si è infortunati si vivono momenti brutti. È un grande piacere, sono due giocatori forti che ci daranno una grande mano non appena ritroveranno la forma".