Maksimovic: “Ora pensiamo a vincere, non agli obiettivi. Complimenti ai nuovi”

Maksimovic: “Ora pensiamo a vincere, non agli obiettivi. Complimenti ai nuovi”

di Mattia Di Gennaro
Martino su Maksimovic

Nikola Maksimovic, difensore del Napoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli di diversi argomenti. Di seguito quanto raccolto dalla nostra redazione.

Le parole di Maksimovic

Maksimovic

Sulle sue condizioni: “Sono a disposizione, in questa settimaana sto facendo tutto. L’infortunio è passato e questo è importantissimo perché era una brutta cosa. Ho lavorato tantissimo per recuperare e rimettermi a disposizione del mister e dei compagni”.

Sul gioco: “Come ha detto giorni fa il mister, quando fai buone prestazioni arrivano anche i risultati. Adesso è importante fare solo risultati buoni, non concentrarci su come giochiamo. Almeno per adesso dobbiamo solo fare punti”.

Sulla Coppa Italia: “Questo è sicuro, da quest’obiettivo non possiamo scappa perché siamo in semifinale. Abbiamo due importanti gare contro l’Inter. Però gli obiettivi adesso mettiamoli da parte, ora dobbiamo pensare a lavorare. Quando riprendiamo tutto quello perso, pensiamo agli obiettivi. Dobbiamo stare zitti e lavorare, la città lo merita. Faccio i complimenti ai nuovi acquisti che stanno subito dando una grande mano, si sono adattati subito”.

Sugli ottavi di Champions contro il Barcellona: “Al Barcellona ci pensiamo quando arriva il momento, ora la gara più importante è quella contro la Sampdoria”.

Sul futuro: “L’entusiasmo in questa città non manca mai. Si lavorava tanto anche quando i risultati non andavano bene l’abbiamo fatto. Da fuori forse non si vede ciò che stiamo facendo ogni giorno, ma l’importante è che lo sappiamo noi, che continuiamo così e che usciamo da questa situazione”.

Sulla crescita: “Questa città merita di vedere Napoli sempre ad alto livello. I nuovi acquisti, tra chi è già qui e chi arriverà a giugno, possono scrivere la storia in questo club. Qualcuno di loro può giocare per molti anni, spero che restino a lungo qui e che facciano bene”.

Sul finale di stagione: “Per ciò che abbiamo fatto finora non possiamo parlare di obiettivi. A inizio stagione si parlava di scudetto, ma non abbiamo fatto nulla di buono. Ora l’importante è il campionato perché il Napoli vuole andare in Europa. Ci siamo persi un attimo ma ora è cambiato tutto, stiamo lavorando bene. E se continuiamo a lavorare così fino alla fine di problemi non ce ne saranno più”.

Un messaggio ai tifosi: “E’ bello giocare in Italia, ma soprattutto a Napoli che ha i tifosi migliori del mondo, per ciò che ho visto. Quando giochi allo stadio è bello vedere le Curve e le Tribune piene… Purtroppo non lo abbiamo avuto sempre, non c’è sempre stata l’atmosfera giusta, in primis per colpa nostra. Ma faccio la promessa che daremo sempre il massimo per fare bene con il Napoli”.

LEGGI ANCHE—> Kumbulla – Napoli, pronti 25 milioni per chiudere entro le 20: la strategia azzurra

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy