Cts, Locatelli sul coronavirus: “Crescita dei casi ma non esponenziale, il vaccino arriverà in primavera”

di Sabrina Uccello

Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e membro del Comitato tecnico-scientifico, a Mezz’ora in più su Rai 3 ha fatto il punto della situazione sull’Italia e sul diffondersi del coronavirus.

Durante giorni che stanno tornando a essere complicati, Locatelli cerca di fare luce sulle prospettive e sullo stato dei fatti:

Io voglio sperare che non si arrivi a un lockdown su scala nazionale. Ci possono essere delle chiusure territoriali qualora si configurino degli scenari epidemiologici. Che ci sia stata un’accelerazione dei casi è innegabile ma non direi che ci sia una crescita esponenziale. Serve guardare i numeri con allerta ma non con panico. Un vaccino lo avremo presumibilmente nella primavera del 2021, fino ad allora dobbiamo convivere in modo da minimizzare l’impatto del Covid sulla vita degli italiani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy