La Russa sulla Superlega: “Non ci sono buoni e cattivi, sospendo il mio giudizio. Il calcio di oggi è un fatto economico”

di Giovanni Ibello
La Russa Conte calendario
Il politico Ignazio La Russa è intervenuto a Radio Marte. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:
“SuperLega? Questo è calcio politico e calcio economico. Non mi convince però la questione del calcio dei ricchi avidi, quasi come se FIFA e UEFA non fossero mosse da motivi economici. Oggi stiamo assistendo a un duro scontro su chi vuole che la Lega Calcio apra ai fondi di investimenti e chi è contrario. Quello che cerco di affermare è che non esiste la divisione tra chi pensa ai soldi e chi non ci pensa. Ormai il calcio – oltre a essere per fortuna un fatto sportiva – è diventato un fatto nettamente economico. Non ci sono buoni e cattivi. Ecco perché io sospendo il giudizio sulla SuperLega.

La Russa a Radio Marte

SuperLega Italia

Interrogazione parlamentare? Può darsi ma sono società private che possono muoversi come meglio credono, così come FIGC e UEFA possono minacciare provvedimento. Io auspico un accordo tra queste società e gli organismi internazionali del calcio. Dato per assodato che il calcio deve prevedere il merito in qualche modo quest’ultimo ci vuole. Oggi schierarsi da una parte o dall’altra è un errore.
Inter vincitrice dello Scudetto? Un punto a Napoli non mi fa piangere, ovviamente avrei preferito vincere ma se devo cedere un punto meglio cederlo agli azzurri. Ripeto: non facciamo guelfi e ghibellini sulla SuperLega”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy