Juventus Napoli – Hamsik è il dubbio di Sarri ma capitano è la bestia nera della Juventus

Juventus Napoli – Hamsik è il dubbio di Sarri ma capitano è la bestia nera della Juventus

Marek Hamsik è in dubbio per Juventus Napoli per la non perfetta condizione fisica ma il capitano azzurro è la bestia nera dei bianconeri.

di Redazione

Marek Hamsik è uno dei dubbi che pervade le idee di Maurizio Sarri in vista di Juventus Napoli di questa sera. Il capitano non sta vivendo il suo miglior periodo di forma e non sta offrendo le classiche prestazioni a cui ci ha sempre abituati. Per questa sera è in ballottaggio con Piotr Zielinski ma l’esperienza e il carisma del 17 azzurro potranno essere fondamentali in una gara particolarmente delicata che può riaprire qualsiasi discorso di campionato.

Se le idee dicono che si può fare a meno dello slovacco, sono i numeri a confutare questi pensieri. Marek è imprescindibile, è fondamentale per le sorti della squadra e lo diventa ancora di più in relazione alla Juventus, una delle sue vittime preferite dal punto di vista realizzativo.

Sono 8 i gol del capitano azzurro contro la Vecchia Signora e il trend positivo potrebbe essere l’antidoto a tutti i dubbi del mister che, guardando i numeri, potrebbe scegliere lui dal primo minuto. L’ultima vittoria azzurra in trasferta contro la Juventus risale al 31 ottobre 2009, proprio grazie al doppio graffio di Capitan Hamsik che aprì e concluse una stupenda rimonta all’Olimpico di Torino: la Juventus era in vantaggio per 2-0 e i suoi due gol (primo e terzo), accompagnati da quello di Datolo (secondo gol della partita), decisero la gara in favore dei partenopei.

Questa sera il Napoli ha un solo risultato, la vittoria e non può prescindere dall’uomo che ha portato nel capoluogo campano gli ultimi tre punti dalla terra “nemica”. Sarri ha il dubbio ma presto lo scioglierà: Marek Hamsik deve essere della partita!
REDAZIONE – Salvatore Amoroso.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy