Italia, Mancini: “Insigne non vive un momento felice, ma passerà. L’importante è che giochi”

Italia, Mancini: “Insigne non vive un momento felice, ma passerà. L’importante è che giochi”

di Sabrina Uccello
Mancini in conferenza

Anche per l’Italia di Roberto Mancini è cominciato il ritiro di Coverciano. La Nazionale azzurra sfiderà, già qualificata ai prossimi Europei, sfiderà Bosnia-Erzegovina e Armenia. La prima gara si disputerà venerdì allo stadio Bilino Polje di Zenica, mentre il secondo match andrà di scena il prossimo lunedì al Renzo Barbera di Palermo. Il commissario tecnico è intervenuto oggi in conferenza stampa, e tra i vari temi ha risposto anche alle domande sull’impiego di Lorenzo Insigne, capitano del Napoli.

Le parole di Mancini

“Insigne e Chiesa giocano, ed è la cosa positiva. Non sono in un momento molto felice, ma quando vengono qui le cose poi cambiano. Per noi è importante che giochino, poi le cose andranno meglio. Balotelli tra i convocati? A Mario voglio bene, l’ho fatto esordire da ragazzino. Se dev’essere richiamato – spiega Mancini -spero che venga convocato perché sta facendo bene. Bisogna capire quali sono le motivazioni vere, credo sia più importante chiamarlo se lo merita, se c’è un’altra occasione. Siamo nel 2020 e si va dietro ancora al colore della pelle. Non è così semplice da cambiare”.

Polemica Sarri-Ronaldo

Il Ct interviene anche sulla polemica tra l’ex allenatore del Napoli e CR7 in occasione del match tra Juventus e Milan, al momento della sostituzione. Di seguito le parole di Mancini “I calciatori devono avere rispetto per allenatore e compagni di squadra, poi alle volte si può avere un comportamento non in linea. Può capitare. Chiederà scusa e passerà.”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy