Insigne: "Sarri alla Juve è un tradimento, non parlo di lui. Mai pensato di andare via da Napoli"

All’interno la diretta testuale dell’evento

di Redazione

Lorenzo Insigne è intervenuto questa sera, insieme a Manolas e Mertens, in piazza a Dimaro per rispondere alle domande dei tifosi. Ecco le sue principali parole: “E’ un’emozione grandissima segnare al Real Madrid. Sono orgoglioso di giocare nel Napoli e di essere capitano di questa squadra. Spero di portare questi colori sempre più in alto. Cosa darei per vincere lo scudetto? Tutto come ha detto Mertens. Pregi e difetti di Ancelotti e Sarri? Il difetto di Ancelotti è come si pone nei miei confronti… Scherzo, non lo so, è difficile. Il pregio è che è un grande Signore, si comporta bene con tutti noi. Sarri? Visto che è andato alla Juve non mi va di parlarne. L’avversario più difficile mai affrontato? Koulibaly in allenamento. Perché gioco in Nazionale? Ma è una domanda o un attacco?! Gioco ugualmente che sia Napoli o Nazionale, l’importante è dare sempre tutto. Se ho mai pensato di andare via da Napoli? No, sono giovane, sto bene qui e spero di continuare a lungo qui. Cosa penso di Sarri alla Juve? L’ho già detto in un’intervista quando ero in Nazionale. Lo ripeterò sempre: per noi napoletani è un tradimento. Ma adesso dobbiamo pensare a noi, e cercare di batterlo. Non sono presuntuoso, mi sono sempre messo a disposizione della squadra e del mister. Promessa di vincere lo scudetto? Già l’ho detto prima, è il nostro sogno. Proveremo a mettercela tutta per raggiungere questo traguardo. Quando vinceremo lo scudetto? Non ho la palla magica! Come ogni anno ci proveremo ad essere competitivi fino alla fine. Anche quando non ho la fascia da Capitano, faccio il massimo. Essere napoletano e giocare a Napoli non è semplice, ma nello spogliatoio provo a dare il massimo. Sono il primo a starci male dopo un pareggio o una sconfitta, l’importante è stare vicino ai compagni, far integrare i nuovi. Speriamo di iniziare bene la nuova stagione e dare il 100%. James? I campioni forti sono sempre i benvenuti. Non sta a me dire se arriverà o meno.”
Redazione

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy