Hamsik: “Amo Napoli, bellissimo tornare a casa mia ma rigore colossale non fischiato!”

Hamsik: “Amo Napoli, bellissimo tornare a casa mia ma rigore colossale non fischiato!”

di Sabrina Uccello
Napoli Hamsik

Nel giorno del compleanno di Diego Armando Maradona a Napoli c’è stato il ritorno di un altro indimenticabile, Marek Hamsik. Lo storico capitano azzurro è tornato per la prima volta in città e al San Paolo, dopo la partenza per la Cina dello scorso inverno. Il calciatore slovacco sarà accolto nuovamente il 10 dicembre, in occasione della gara di Champions League contro il Genk, quando gli sarà data finalmente l’opportunità di riabbracciare e salutare nel migliore dei modi il suo pubblico. Nel frattempo ieri l’emozione è stata visibile, e Hamsik stava godendo di uno spettacolo bellissimo, fino al fallo di Kjaer su Llorente. Una circostanza che ha condizionato il morale e il risultato finale di NapoliAtalanta, come lo stesso centrocampista scrive su Instagram.

Il San Paolo per Hamsik

Attraverso il proprio profilo, infatti, ha brevemente descritto il suo ritorno a Napoli: “E’ stato bellissimo e emozionante ritornare a San Paolo a casa mia. Sentire vostro amore a affetto, vedere miei compagni e amici di cuore. AMO NAPOLI e SEMPRE FORZA NAPOLI. unica cosa che mi è dispiaciuta dopo grande partita fatta e rigore colossale non fischiato”. 

Amore perfettamente ricambiato, infatti, la Curva B ha dedicato all’ex capitano la coreografia di NapoliAtalanta: “Testa alta, cresta al vento, l’azzurro addosso con fiero portamento. orgoglio, appartenenza e maglia sudata. Marek e Napoli, una storia d’amore che verrà raccontata”. Commosso Hamsik, al termine della serata ha offerto la cena ad alcuni ex compagni di squadra e questo pomeriggio presenterà in un ristorante di Santa Brigida, nei pressi di Mergellina, il suo omonimo vino.

1 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy