De Paola: “Napoli, era rigore. La presunzione dell’arbitro è diventata stupidità”

De Paola: “Napoli, era rigore. La presunzione dell’arbitro è diventata stupidità”

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1

Il giornalista Paolo De Paola, in passato direttore di Tuttosport e Corriere dello Sport, è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Gli errori arbitrali di questa giornata di Serie A sono i temi caldi dell’intervista in diretta, ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it.

Parma e Napoli entrambi rigori, ma non convinto al 100% perché da casa e dal campo possono esserci diverse valutazioni. A Napoli l’arbitro è rimasto troppo influenzato dal tuffo, ma comunque non andare al VAR è stato un atto di presunzione. L’orgoglio ed il carattere vanno bene, ma se sei messo davanti all’errore, la presunzione o l’orgoglio, diventa stupidità. A Parma l’arbitro ha preso una decisione opposta alla verità dei fatti, ma è difficile far intervenire il VAR”.

CLICCA QUI PER SEGUIRE CN1926 SU INSTAGRAM!

Napoli Lecce

De Paola: “Arbitri? Rocchi pippa colossale”

“Quarto mandato di Nicchi? E’ sbagliato. Nello sport vediamo spesso presidenti aumentare i propri mandati creando un potere centralizzato verso il quale si ha una deferenza eccessiva. Voglio entrare nell’ottica di Giua che ha valutato che il piede di Milik è andato a cercare quello del difensore e non il contrario. Al VAR non si torna indietro, sta alla bravura dei singoli arbitri superare qualsiasi tipo di interesse privato ed adeguarsi ai miglioramenti. Dobbiamo assistere ad una casistica che si evolverà in continuazione, le immagini ti mettono di fronte a situazioni che prima non avevi. 

Peggior classe arbitrale? Rocchi pippa colossale, uno dei più grandi al mondo immeritatamente. Bergonzi altro fenomeno. Noi siamo diventati più esigenti, tante cose prima non le vedevi, prima ti bastava il carisma dell’arbitro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy