Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Daino: “Napoli-Milan? Di Lorenzo potrebbe risultare decisivo, ecco perché”

Daino: “Napoli-Milan? Di Lorenzo potrebbe risultare decisivo, ecco perché”

"Il Napoli deve entrare in campo in maniera più convinta. Il fatto di giocare al San Paolo una partita così, i partenopei devono giocarla con uno spirito libero, senza alcuna paura perché ha le qualità per giocarsela fino in fondo"

Giuseppe Canetti

Daniele Daino, ex giocatore, è intervenuto ai microfoni di 1 Station Radio per parlare delle principali vicende del calcio italiano e della sua nuova esperienza di allenatore.

Le parole di Daino

Ecco quanto dichiarato dall'ex giocatore ai microfoni dell'emittente radiofonica:

Sul lavoro da allenatore in questo momento storico difficile, tra pandemia e guerra

"Già quando giocavo esistevano gli infortuni da stress mentale. Con tutte queste cose si sono accentuate le problematiche derivate dalla testa. Ci sono giocatori che subiscono questi momenti interiormente. Sta in primis nell'allenatore, che è il grande padre dei giocatori, agire. Serve una comunicazione positiva, fatta come si deve, essa può aiutare. Bisogna cercare di trovare le soluzioni giuste. Diventa fondamentale avere anche della serenità in casa. All'interno delle nostre case si possono avere visioni differenti su queste situazioni. Ognuno di noi ha il dovere ed il diritto di dire la sua. Queste situazioni di contrasto in famiglia possono ricadere nell'attività professionale di un atleta. Il pensiero ora è nella guerra, nei tanti bambini e nelle persone che stanno morendo. Tutti noi dello sport siamo toccati da questi avvenimenti, dalla pandemia in primis e dalla guerra, che è una mazzata".

Su Fiorentina-Juventus e sulla stagione dei bianconeri

"La vittoria di ieri mi ricorda quelle vittoria che qualche anno fa facevano le grandi squadre. La Fiorentina ha fatto una prestazione importante, non meritava di perdere la partita per quel che ci ha fatto vedere. le grandi squadre però trovano il colpo quando meno te lo aspetti. Sta ritrovando solidità, le prestazioni giuste di giocatori che devono diventare colonna. De Ligt per esempio sta crescendo in maniera importante, Con Vlahovic ha trovato il terminale offensivo che mancava. La Juve ad oggi si è andata a completare. Se Napoli e Milan dovessero pareggiare bisogna stare attenti anche alla Juventus. Avere il fiato sul collo dei bianconeri non è semplice se continuava vincere".

Sui problemi di Inter e Milan

"L’Inter sta attraversando un momento difficile dato da un calo fisico. L'Inter ha galoppato forte per due mesi, sono meno lucidi e non riescono a concretizzare quel poco che gli capita. ha tutta la forza per riprendersi ma deve trovare una condizione migliore psicofisica. Quando ripartiranno avranno tutte le qualità per farci vedere tutto- Il Milan ha pagato il fatto di dover giocare quasi sempre con gli stessi uomini. Diversi sono stati gli infortuni, non aveva sostituti in ruoli fondamentali, come il centrocampo. Quando non riesci a far rifiatare alcuni giocatori, queste cose poi e paghi. nel derby i rossoneri hanno interpretato meglio il match. Ma entrambe le squadre ad ora sono vulnerabili e non più imbattibili. Questa è un'occasione per il Napoli".

Sullo scontro Leao-Di Lorenzo

"Leao è l'arma in più del Milan, ti spezza la partita con le sue accelerate devastanti. Se Di Lorenzo riuscisse a fermare queste accelerate potrebbe diventare fondamentale. Il Napoli deve entrare in campo in maniera più convinta. Il fatto di giocare al San Paolo una partita così, i partenopei devono giocarla con uno spirito libero, senza alcuna paura perché ha le qualità per giocarsela fino in fondo. L'allenatore sta facendo un grande lavoro, ci sono tutte le credenziali per arrivare fino in fondo. Anche se dovesse perdere il Napoli non sarebbe ancora fuori dalla lotta per arrivare in fondo".

tutte le notizie di