Capello gioca Napoli-Juventus: «Koulibaly è il Ronaldo azzurro»

di Redazione

‘Il campionato non può riaprirsi domenica sera perchè penso che, in realtà, sia finito quasi prima di cominciare. Però sarà una partita spettacolare, divertente e con le squadre allenate dai due più bravi di tutti’. Don Fabio Capello è tra i tecnici più vincenti del nostro Paese. Non solo il Milan degli invincibili, ma è anche l’ultimo allenatore ad aver portato lo scudetto lontano da Milano e Torino. Nel lontano 2001, quando era alla Roma.
Capello, quanto sono distanti il mondo Juve e il mondo Napoli?
‘Ancora parecchio, nonostante il Napoli stia facendo tutto il possibile per potersi avvicinare. Prendere Ancelotti è un segnale chiaro, ma è evidente che c’è un gap da colmare da parte non solo degli azzurri ma di tutte le altre squadre della serie A. D’altronde, se la squadra più forte di tutti prende in estate Ronaldo..’.
Chi oltre al Napoli può interrompere questa tirannia?
‘Nel breve penso all’Inter. Perchè conosco Suning. E’ una forza mondiale perchè c’è dietro una potenza economica planetaria. E per arrivare a certi livelli, quelli dove sta la Juve, servono grandi risorse’.
Il Napoli a che punto è?
‘Beh, alla fine se questa sfida di domenica non mette in palio il primo posto un po’ con se stessa la squadra di Carlo deve prendersela: perchè sono state tante le partite giocate bene e non vinte perchè là davanti sono stati sbagliati gol facili’. Il Mattino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy