Ascierto: “Basta un tampone a settimana, il calcio può ripartire in sicurezza”

Ascierto: “Basta un tampone a settimana, il calcio può ripartire in sicurezza”

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1

Paolo Ascierto, medico oncologo dell’Istituto Pascale di Napoli, è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Nella vita faccio molto attenzione ad una morale. Noi siamo arrivati impreparati e abbiamo sottovalutato ciò che è accaduto in Cina. Può darsi che il virus andrà a scemare, non dimentichiamoci delle 30 mila persone morte, intanto proteggiamoci come possiamo”.

Ascierto a favore della ripresa della Serie A

Ripresa Serie A, parla l'associazione agenti


Ripresa Serie A? Direi di aspettare questa settimana, perché saranno passate due settimane dalla prima riapertura. Un altro check point sarà tra 14 giorni, ovviamente se i numeri saranno bassi si può cominciare a ragionare in maniera un po’ più rilassata.

Protocollo? Se i calciatori vengono messi in sicurezza, fare un tampone ogni 4 giorni, si va oltre la sicurezza. Ritengo andrebbe bene anche settimanale, fare delle analisi sierologiche. La sierologia di per sé ci dà qualche informazione, che non sono quelle che ci dà il tampone. Non escludo una doppia considerazione”.

Un monito per la fase 2

 

Il Dott. Ascierto ieri su Facebook ha lanciato un monito: “Da lunedì riprenderanno diverse attività, ma questo non significa abbassare la guardia… tutt’altro! Adesso è il momento di aumentare l’attenzione perché aumentando il numero delle persone in giro, aumentano le possibilità di infezione. Mascherine, distanziamento sociale e igienizzanti per le mani rappresentano oggi più che mai strumenti necessari!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy