Fedele: “Ancelotti è un separato in casa. Niente esonero solo per la questione economica”

Fedele: “Ancelotti è un separato in casa. Niente esonero solo per la questione economica”

di Claudia Vivenzio
Ancelotti

Il procuratore Enrico Fedele ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti su Carlo Ancelotti e più in generale sulla situazione caotica a Napoli

Fedele: “Ancelotti non esonerato solo per un motivo economico”

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto il procuratore Enrico Fedele:

“Quando c’era Sarri, i giocatori rendevano più di quello che potevano perché seguivano uno spartito e in assenza quello spartito sono diventati giocatori normali. 

Ancelotti è un separato in casa. La situazione si sta trascinando e non è stato esonerato finora solo per una questione economica. Il cambio tecnico può essere positivo e permettere al Napoli di arrivare in zona Champions, ma se questo non dovesse esserci, ho paura che il progetto azzurro si andrebbe a ridimensionare. A fine stagione questa squadra deve essere rifondata. 

Il Napoli neppure l’anno scorso ha fatto grandi partite, poi a differenza di questo campionato, tolta la Juventus, c’era solo Napoli. Inter e Lazio sono tornate quest’anno. 

Se è vero che la riunione ha visto riuniti soltanto loro, com’è possibile che sono uscite alcune dichiarazioni.

De Laurentiis deve rendersi conto che se la stagione non avrà una svolta, il valore dei calciatori si abbasserà e sarà difficile anche venderli alle cifre dello scorso anno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy