Ancelotti: “Qui si può vincere, siamo competitivi! Occasione per Milik, mi piacerebbe il Chelsea in finale”

In conferenza stampa è intervenuto Carlo Ancelotti per presentare Cagliari-Napoli

di Redazione

Su Zielinski ed un possibile nuovo arrivo “Era partito molto bene Zielinski. Ha mostrato più lucidità e freschezza dopo la partita un po’ sottotono col Frosinone. Regalo di Natale dal presidente? Abbiamo già acquistato qualcuno, ossia Verdi che è tornato in forma. Domani non sarà convocato, ma dalla prossima sì”.

Su Ghoulam“Faouzi non ha ancora 90′ nelle gambe. Sotto il profilo fisico li ha, ma un calciatore che sta fuori un anno, ha problemi spazio-temporali. Accade a chi sta fuori tanto. Credo che stia diventando importante, sta recuperando totalmente. Ci vuole ancora un po’ di tempo. I tifosi hanno capito bene cosa ha fatto la squadra e lo apprezzano. Siamo usciti a testa alta, e sappiamo di poter essere competitivi”.

L’atteggiamento giusto“La cattiveria agonistica non si misura coi falli. Dipende molto dal tipo di partita, a Liverpool a livello difensivo il match è stato gestito molto bene quindi non c’è stata necessità di ricorrere ai mezzi duri. Il secondo tempo è stato diverso, si è aperto il campo. Loro sfruttavano contropiede e noi volevamo segnare, quindi c’è stato meno contatto”.

L’eliminazione delle italiane in Champions – “L’Inter ha avuto un girone difficile, anche noi. La Juve può fare la sua strada in Europa. Per me l’Italia è ancora a un buon livello. Si può fare strada sia in Champions League che in Europa League”.

Il digiuno di Callejon – “A Callejon chiedo cose che puntualmente esegue perfettamente. Per esperienza e qualità non ha bisogno di ricevere tante informazioni, sa benissimo cosa fare. Proverò allora a chiedergli di fare gol vedremo che succede (ride, ndr)”

Mertens “Dries sta molto bene, sereno e tranquillo. I progetti futuri sono legati al fatto di essere competitivi in Italia e in Europa. Sono convinto che sarà così, a noi piace poter vincere. Non posso garantire al 100% che si vinca quest’anno, ma nel breve termine sì. Ne sono convinto, questo è un gruppo giovane che può ancora migliorare”.

Cagliari-Napoli“Domani non sarà una partita sporca. Il Cagliari ha un’anima forte, gioca molto in profondità. Sarà una bella sfida, tra due squadre che vogliono giocare a calcio. Lo facciamo in maniera diversa ma sarà un bel match”.

Il nuovo patto“Non so se a cena i calciatori abbiamo stretto un patto di sangue. E’ un gruppo molto serio e professionale. A me interessa che quando sono qui siano seri e professionali, e sotto questo punto di vista non ho alcun rimprovero da fare. Uno dei migliori allenamenti fatti è stato proprio quello dopo la cena. Sono seri anche in questo caso.

Chelsea-Napoli in finale di EL? A me darebbe gusto una finale, certo questa aumenterebbe l’empatia. Credo che anche a lui darebbe piacere sfidare il Napoli. Io sarei molto contento, sarebbe bellissimo, facciamo in modo che sia così”.

Ballottaggio in avanti“Sono orientato a dare opportunità a Milik, che sta bene. La sua condizione psicofisica è migliorata molto, domani può andare dall’inizio”.

Assenti per Cagliari“Domani l’unico indisponibile è Mario Rui, che ha avuto una semplice contrattura. Non si è allenato né ieri né oggi, gli altri sono disponibili e in grande condizione. Domani Meret può giocare, sarà una scelta tecnica”.

Europa League“Non so se saremo favoriti in Europa League, ma competitivi sicuramente. Dopo starà a noi determinare il nostro cammino. La consideriamo una competizione importante come le altre due. In Europa non potevo chiedere di più ai miei, forse hanno fatto anche di più di quello che potevano. In campionato stiamo trovando continuità e dobbiamo insistere”.

Il momento del Napoli“Io sono giudicato dai risultati, come tutti e fino ad oggi i nostri sono stati ottimi. Obiettivamente in Champions League le difficoltà sono tante e abbiamo dimostrato di essere competitivi come e con le grandi d’Europa. Ci siamo comunque in Europa, giochiamo una competizione meno importante ma gli ultimi due vincitori sono stati squadre top, ossia United e Atléti. Vogliamo e siamo protagonisti in tutte le competizioni. A me personalmente questo girone di ferro ha dato la consapevolezza che lo saremo fino alla fine. Accorciare sulla Juventus? Tutte le giornate sono opportunità in tal senso. Il nostro obiettivo è quello di accorciare e tener duro. Loro hanno perso pochissimi punti, e quando lo faranno dovremmo essere pronti”.

La reazione dopo l’eliminazione Champions“La reazione dopo Anfield è stata molto positiva, anche fisicamente. C’è stata la delusione, accompagnata dalla consapevolezza che la sconfitta non ha cambiato le nostre ambizioni e i progetti futuri. Anche a livello societario c’è stata un’ottima gestione, raramente capita che si mantenga questo tipo di equilibrio. Abbiamo accantonato la delusione e guardiamo con ottimismo al prosieguo della stagione”.

Carlo Ancelotti interviene in conferenza stampa per presentare la sfida di domani pomeriggio tra Napoli e Cagliari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy