Cucchi: “Voglio fare una domanda a chi invoca l’esonero di Ancelotti”

Cucchi: “Voglio fare una domanda a chi invoca l’esonero di Ancelotti”

di Claudia Vivenzio

Tante critiche ai danni di Carlo Ancelotti, il giornalista Cucchi ne prende le difese

Cucchi su Ancelotti: “Non è colpa di uno solo!”

Il giornalista Roberto Cucchi ha cinguettato sul proprio profilo Twitter in merito a Carlo Ancelotti e le tante critiche che stanno arrivando a suo carico:

“Non mi ha mai convinto la tesi che quando le cose non girano il colpevole sia solo uno. In questo caso Ancelotti. Chi invoca il suo esonero si ponga anche la domanda chiave: al suo posto chi?”.

Altra sconfitta celata per il Napoli

Il Napoli non perde ma neanche vince: questo non basta. I partenopei ieri sono scesi in campo per disputare la 12esima giornata di Serie A. Il match, giocatori al San Paolo, è finito 0-0 tra Napoli e Genoa. Una partita opaca, anonima: così come sono apparsi i giocatori azzurri.

Una prestazione che non convince i più. Pare a tratti non ci sia gioco, non ci sia grinta né voglia. Eppure tutti si aspettavano delle riposte. Segnali che dovevano arrivare più che mai dopo le tante polemiche della settimana in seguito alla querelle creatasi per l’ammutinamento dal ritiro in seguito a Napoli-Salisburgo.

I partenopei però non sono riusciti a rispondere sul campo e così il momento critico continua. I primi scricchiolii si sono sentiti dopo la sconfitta col Cagliari, ma sembrava un caso isolato, una partita andata male. Poi però c’è stato il pareggio col Genk in Champions League e qualche mugugno si è sentito. A ciò si è aggiunto il contestatissimo match contro l’Atalanta terminato 2-2 e infine il KO contro la Roma per 2-1.

Ieri ancora nessun segnale forte, ancora nessuno +3 e allora la crisi pare nera e la colpa inizia a cadere anche su Carlo Ancelotti che pare non riuscire a prendere più le redini in mano della situazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy