Zazzaroni: “Spadafora scavalcato dagli eventi. E sui tifosi organizzati…”

Zazzaroni: “Spadafora scavalcato dagli eventi. E sui tifosi organizzati…”

di Mattia Fele
Zazzaroni

Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport, è intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘Tutti convocati’. Le parole di Zazzaroni sono state forti nei confronti di chi ha criticato l’operato di Spadafora, il quale secondo il direttore si è sentito scavalcato dai tanti eventi, in primis la ripresa del calcio in un altro paese europeo, la Germania. In Bundesliga il protocollo è stato varato con molta più velocità che in Italia, dove invece le riaperture sono state più cautelative e graduali, e il calcio ha temporeggiato maggiormente. Ora la situazione parla chiaro: i giocatori torneranno ad allenarsi in gruppo e si vedrà, in corrispondenza con un monitoraggio sanitario importante e con controlli regolari ai calciatori, se sarà il caso di riprendere il campionato. Sembrano esserci schiarite, ma Zazzaroni ancora non si fida al 100%.

LEGGI ANCHE – > Armero: “Sono sonnambulo, vi racconto di quando ho rischiato di morire” 

Le parole di Zazzaroni

Zazzaroni
“A Spadafora nessuno ha chiesto una data tre settimane fa, ma solo di aiutare la Lega. Adesso ci sono stati troppi eventi, sia la pressione di una forte opposizione sia l’inizio del campionato in Germania. Spadafora è scavalcato dagli eventi. Ora ci sarà il protocollo per le gare, e sarà contestato anche quello. Finché non vedo il fischio di inizio di una gara di Serie A non ci crederò, ci saranno ancora colpi di coda, ne sono certo. I tifosi organizzati devono capire che allo stadio non si entrerà per mesi, e addirittura se si fermasse tutto non ci ritroveremmo neanche le squadre, negli stadi. Ci vuole pazienza”

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy