Torino, Cairo sulla Serie A: “Se andiamo oltre il 30 giugno, complichiamo anche la prossima stagione”

Torino, Cairo sulla Serie A: “Se andiamo oltre il 30 giugno, complichiamo anche la prossima stagione”

di Sabrina Uccello

Urbano Cairo, presidente del Torino, ha rilasciato quest’oggi un’intervista a La Gazzetta dello Sport nel corso della quale ha analizzato il coinvolgimento dello sport nell’emergenza coronavirus. Difficile pensare a un rientro in campo e soprattutto bisogna non spostare gli equilibri fino a intaccare anche la successiva stagione.

Cairo Serie A coronavirus

Di seguito le sue parole: “Oggi tutte le ipotesi rischiano di essere fittizie. In ogni caso è giusto provare a stabilire degli scenari ma la voglia di concludere la stagione non può in ogni caso spingerci troppo oltre con le date. Ritengo che il 30 giugno sia un limite invalicabile oltre il quale giocare sarebbe sbagliato. Stiamo vivendo sulla nostra pelle e senza colpa la rovina di questa stagione, ma non rischiamo di rovinare anche la prossima, perché quella si, sarebbe una responsabilità nostra. Abbiamo spostato gli Europei, ci sarà una stagione congestionata dai calendari, dobbiamo stare attenti. Dovrà essere una stagione di ripartenza sotto tanti punti di vista e non dobbiamo rischiare di rovinarla.”

Cairo sui match a luglio

“Mi sembra una ipotesi – conclude il presidente – che rischia di complicare le cose. Stiamo parlando di riprendere a giocare senza conoscere pienamente i rischi a cui potrebbero essere sottoposti tutti i componenti che girano intorno a una squadra. E giocando sempre a porte chiuse.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy