Ziliani: “Nicchi alla presidenza dell’AIA perché in Italia nessuno fa caso alle cose”

Ziliani: “Nicchi alla presidenza dell’AIA perché in Italia nessuno fa caso alle cose”

di Mattia Di Gennaro
AIA, il comunicato

Paolo Ziliani ha parlato ai microfoni de Il Fatto Quotidiano dell’ascesa alla presidenza all’Associazione Italiana Arbitri di Nicchi. Di seguito le sue dichiarazioni.

Ziliani attacca Nicchi

Sull’ascesa di una figura controversa come Nicchi:  “Perché il calcio italiano è diventato questa indegna cosa cui ogni giorno ci tocca assistere? Perché i fatti succedono senza che nessuno ci faccia caso. Anche se sono importanti. Anche se produrranno conseguenze irreparabili. Come nel 2009 quando Marcello Nicchi diventa presidente nazionale AIA (associazione italiana arbitri). Sono passati tre anni da Calciopoli e a capo del movimento spunta un ex dal passato imbarazzante. Il figlio di Pairetto, Luca, con Nicchi a capo dell’AIA di strada ne ha fatta nonostante i continui pastrocchi (l’ultimo: i 7 ammoniti più un espulso della Roma nel 2-4 contro il Sassuolo)”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy