Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Da Salerno i media non hanno dubbi: “Vietato perdere col Napoli!”

SALERNO, ITALY - OCTOBER 02: US Salernitana players celebrate the 1-0 goal scored by Milan Djuric during the Serie A match between US Salernitana v Genoa CFC  at Stadio Arechi on October 02, 2021 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Le ultime dal fronte Arechi

Giovanni Ibello

A Salerno la piazza crede fermamente nello sgambetto al Napoli. L'ambiente è infuocato e questo è senz'altro un vantaggio per i padroni di casa. Inoltre, la Salernitana, avendo giocato di martedì ha avuto due giorni in più per riposarsi ed essere, dunque, pronta ad affrontare quelli che loro definiscono "i rivali di sempre". Per il resto, non c'è ragione di alimentare un confronto che non esiste. Ecco un estratto ripreso dal portale Tuttosalernitana.com:

Da Salerno: pronti a fare lo scherzetto al Napoli

 Luca Ranieri (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

"Si prospetta davvero un Halloween "da brivido" quello della Salernitana, pronta all'attesissimo derby contro i rivali di sempre del Napoli, una sfida che terrà col fiato sospeso un'intera regione e non solo. Gara sulla carta proibitiva contro una squadra, gli Azzurri di Spalletti, apparsa in forma smagliante e meritatamente al primo posto, ma il coefficiente di difficoltà del match non fa altro che caricare l'ambiente granata, rinvigorito dal successo in extremis col Venezia. I derby, si sa, rappresentano gare a sé e sfuggono a qualsiasi pronostico, con la Salernitana pronta a vendere cara la pelle nonostante la caratura dell'avversario.

Uno scontro tra concezioni calcistiche opposte, tra due culture al tempo stesso vicine ma lontane, tra due forti sentimenti identitari. Una partita, insomma, che travalica i confini calcistici e assume un sapore speciale. Vietato perdere, innanzitutto per la classifica, che, pur ossigenata dalla vittoria del Penzo, resta ancora pericolante e anche per l'onore: vincere o perdere una straregionale può rappresentare il confine tra la gloria e fallimento. Non sono ammessi "fantasmi" in campo né "scherzetti" di sorta, col popolo granata che spera di ricevere il "dolcetto" più ambito".