Hellas Verona, Kumbulla: “Sogno di giocare la Champions, avevo il poster di Chiellini”

Hellas Verona, Kumbulla: “Sogno di giocare la Champions, avevo il poster di Chiellini”

di Armando Inneguale, @ArmInne28
Kumbulla Napoli D'Amico

Marash Kumbulla, difensore dell’Hellas Verona, è al centro di tante voci di mercato. Il classe 2000, infatti, piace molto a tanti top club ed anche il Napoli ha provato a sondare il terreno. Di seguito uno stralcio della lunga intervista rilasciata a Il Corriere della Sera.

KUMBULLA SI RACCONTA

Kumbulla Napoli, si infiamma il calciomercato

“Mio padre e Juric mi definiscono già uomo? Sono molto serio, è vero, ma solo quando serve. So anche divertirmi. Mio papà e il mister penso intendano semplicemente dire che sono maturo per l’età che ho. Le mie radici mi trasmettono un forte senso di appartenenza alle tradizioni e alla storia del mio popolo. È un sentimento che mi spinge a dare sempre il massimo. Giocare con la maglia che indossavo sin da bambino penso sia il sogno di tutti: già è difficile arrivare in alto, farlo con la squadra con cui tutto è iniziato è indescrivibile. Avevo 10-11 anni: lì ho capito che quello che volevo fare veramente era giocare a calcio, facendo di una passione, una professione. E viceversa. Pensai di avercela fatta quando ho segnato il mio primo gol in Serie A, di testa, contro la Sampdoria: un momento indelebile. Sì, è vero avevo il poster di Chiellini in camera: ho sempre ammirato la sua grinta e la sua voglia di migliorarsi. È un autentico guerriero in campo”.

“L’attaccante che mi ha messo più in difficoltà quest’anno è stato Dybala, per le caratteristiche tecniche e fisiche: un funambolo. Mi piace molto giocare a quattro, perché ho anche una certa libertà di propormi in avanti. Ho un sogno, giocare in Champions”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy