Vaciago: “Contro il Napoli si vedrà la Juve del derby. L’ASL di Torino non ritiene ci sia un focolaio”

di Claudia Vivenzio

Fino al momento, in casa Juventus, sono tre i positivi al Covid-19: Bernardeschi, Demiral e Bonucci, l’ASL di Torino però non ritiene che queste positività siano un problema né ritiene sia un principio di focolaio. Per tale ragione l’autorità sanitaria non impedisce il regolare svolgimento di Juventus-Napoli – gara che si giocherà domani all’Allians Stadium alle 18.30 per recuperare la terza giornata mai giocata a causa dell’allora intervento dell’ASL di Napoli.

Vaciago: “L’ASL di Torino non ritiene ci sia un focolaio”

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Di seguito l’intervista del giornalista Guido Vaciago a Radio Marte durante Marte Sport Live:

“Bernardeschi? Il COVID-19 ha fermato lui, Demiral e Bonucci. La speranza è che non si ampli il numero dei contagiati, in questo momento non possiamo saperlo. C’è ansia e c’è pure disappunto per questa ulteriore tegola”.

Sull’ASL di Torino

Autorità sanitaria può intervenire? Al momento non ha dato margini per considerarlo un focolaio e quindi non ci sono disposizioni di isolamenti per impedire la partita. Non so se nel giro di 24 ore dovessero emergere altri casi la decisione possa cambiare. La cosa è abbastanza buffa perché in questo campionato sono state prese svariate decisioni diverse sulla questione COVID-19″.

Sulla formazione

“Formazione? Non sarà molto differente da quella del derby”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy