Sampdoria, Jankto: “Situazione spaventosa. Quindici casi nella squadra. Spero di non essere infetto”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Jankto

Sono sette i calciatori della Sampdoria positivi al test per il Coronavirus. Una situazione che ha costretto la società a prendere nuovi e decisi provvedimenti. La squadra e lo staff sono in isolamento forzato. L’aria è molto tesa e di certo non denota tranquillità. Lo confermano le parole del difensore della squadra ligure, Jakub Jankto. Il calciatore ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni al portale ceco SPORT.CZ spiegando quanto sta accadendo in Italia.

Le parole di Jankto

Sampdoria

“Ciò che sta accadendo intorno a noi e in tutta Italia è spaventoso. Spero solo di non essere infetto. Non sento i sintomi, ma non ne sono sicuro. Siamo chiusi in un appartamento con tutta la famiglia da quasi una settimana. La cosa fastidiosa è che non possiamo andare da nessuna parte, siamo ancora in uno spazio limitato. La situazione in Italia non è affatto buona, direi spaventosa. La situazione sta peggiorando, quindi non c’è modo di indovinare quando finirà tutto.

Io infetto? Ero in contatto diretto con i compagni di squadra positivi. Quindici persone sono già state infettate nel club, ma il numero potrebbe essere ancora più alto. Mi sento sano e spero di non essere infetto. Posso solo seguire tutte le normative.

Compagni di squadra? Ci scriviamo principalmente sui social network. Siamo tutti in quarantena.

Tornare ad allenarsi? Non sappiamo quando poiché la situazione sta peggiorando. Nulla di simile può essere stimato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy