Inter, Marotta: “La chiamata di Messi a Lautaro non ci infastidisce, può solo essere motivo d’orgoglio”

Inter, Marotta: “La chiamata di Messi a Lautaro non ci infastidisce, può solo essere motivo d’orgoglio”

di Francesco Melluccio
Inter Sassuolo

Beppe Marotta, AD dell’Inter, è intervenuto ai microfoni di Sky per parlare di alcuni temi caldi in casa nerazzurra, come la gestione di Eriksen e il rapporto tra Messi e Lautaro.

LE PAROLE DI MAROTTA

Nessun fastidio per la chiamata di Messi a Lautaro al Barcellona, credo che possa essere solo motivo d’orgoglio per il ragazzo, per la società e per chi l’ha portato all’Inter. Il fatto che Messi elogi un suo connazionale significa che vede in lui qualità per considerarlo un suo erede.”

SU ERIKSEN

“Il desiderio di vederlo in campo è nostro e di tutti i tifosi, ma diciamo che Conte ha le capacità di valutare il momento di inserimento dei giocatori. Non ci sono dubbi che sia il momento di utilizzarlo, la stagione è talmente piena di partita che semmai il problema potrebbe essere contrario”.

LE CONDIZIONI DI SAMIR HANDANOVIC

“È in fase di recupero da questo problema da trauma alla mano. Ci vorrà ancora qualche giorno, è una valutazione che spetta ai medici”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy