Coronavirus, Lippi: “Bisogna ascoltare i consigli del Governo. Rimaniamo in casa e non molliamo, è l’unico modo”

Marcello Lippi, ct della nazionale di calcio italiana ai mondiali 2006 e 2010, è intervenuto su Facebook sull’argomento Coronavirus.

di Mattia Fele
Lippi

Covid-19I bollettini di metà marzo parlano ancora la lingua della paura, non sembrano esserci ancora – nei numeri ufficiali, quanto meno – dei risultati effettivi rispondenti a tutte le misure in atto. L’isolamento domiciliare pesa a tutti, dai cittadini ai personaggi televisivi, ai calciatori e chi più ne ha più ne metta. La condivisione sociale è un elemento ormai essenziale della nostra quotidianità e si farà sempre più fatica a rinunciarvi. Marcello Lippi, sul proprio profilo di Facebook, ha lanciato un importante appello alla comunità di Viareggio, estendibile però a tutto il resto di Italia, che si trova unita nella stessa situazione. Lippi ha preferito non parlare di calcio, nonostante sia la sua ‘materia’, ma dedicarsi ad un argomento umano, che non può che comprendere ognuno di noi. Importante il suo invito a restare in casa, esortazione della quale non tutti in Italia sembrano aver compreso appieno l’importanza.

La ricetta di Lippi

“Consiglio ai miei amici di Viareggio di ascoltare i consigli del Governo. Se stiamo in casa e non usciamo possiamo farcela. E’ vero, non abbiamo ancora raggiunto dei risultati convincenti ma dobbiamo continuare così, solo non mollando possiamo sconfiggere un nemico che non vediamo, subdolo e cattivo. Un abbraccio a tutti e forza Italia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy