Collina spiega: “Sul fallo di mano la volontarietà non conta più, il criterio è l’immediatezza”

Collina spiega: “Sul fallo di mano la volontarietà non conta più, il criterio è l’immediatezza”

di Sabrina Uccello

Pierluigi Collina, presidente della Commissione Arbitri della FIFA, nell’intervista a ‘Tutti Convocati’ su Radio 24 ha commentato le novità sul regolamento del calcio: “Direi che quest’anno ci siamo focalizzati soprattutto sul rifinire i tanti cambiamenti introdotti nel 2019-2020. Soprattuto alla luce di quanto visto in questa metà o poco più di stagione. Mi riferisco per esempio al calcio di rinvio, che abbiamo prontamente adeguato a ogni possibile sfumatura, così come il tocco di mano da cui scaturisce un gol o un assist”.

Collina

Collina sui falli di mano

Oggetto di polemiche e discussioni quest’anno è sono stati i falli di mano. Un chiarimento a proposito:

“Prima venivano puniti falli di mano assolutamente involontari, ora abbiamo codificato che la volontarietà è solo uno dei criteri per rendere punibile un fallo di questo tipo. Più semplicemente, da adesso qualunque tocco con la mano sarà punito se causerà o favorirà una segnatura della rete, che sia un gol o un assist. Il criterio – conclude l’ex arbitro – che conta è l’immediatezza, non la volontarietà”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy