Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Basilea, Esposito: “L’Inter può vincere lo scudetto. La gestione dei giovani…”

MILAN, ITALY - OCTOBER 23:  Sebastiano Esposito of FC Internazionale gestures during the UEFA Champions League group F match between FC Internazionale and Borussia Dortmund at Giuseppe Meazza Stadium on October 23, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani - Inter/Inter via Getty Images)

Sebastiano Esposito, giocatore del Basilea, è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb

Francesco Melluccio

Sebastiano Esposito, giocatore del Basilea scuola Inter, è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb per parlare della sua avventura e ovviamente anche della situazione in Serie A. Napoli, sua città d'origine, Milan e la sua Inter si stanno giocando lo scudetto, soprattutto le prime due.

Le parole di Sebastiano Esposito sull'Inter e il futuro

MILAN, ITALY - DECEMBER 21: Sebastiano Esposito of FC Internazionale celebrates after scoring the thrid goal of his team during the Serie A match between FC Internazionale and Genoa CFC at Stadio Giuseppe Meazza on December 21, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Chris Ricco/Getty Images)

Di seguito le parole di SebastianoEsposito, attaccante del Basilea.

"Alla mia età è difficile uscire dall’Italia, l’esperienza è partita bene poi gli infortuni mi hanno rallentato un po’. La stagione però è lunga e voglio dare il massimo. Differenze? La vita di un giocatore se sei a Milano o da un’altra parte è uguale. Allenamento e casa. Magari a Milano facevo qualche cena in più. E poi qui fa più freddo. In questi tre mesi non sto riposando perché faccio doppio tutti i giorni. Mi decido alla mia ragazza, al cane, alla casa, faccio spesa.

Tornare in Italia? È un obiettivo, è il mio paese. Il calciatore però decide poco, figuriamoci nel mio caso che a decidere saranno le due società. L'Inter può vincere lo scudetto, per ora sta facendo bene, ha i punti dell’anno scorso. E lotterà per vincere, come sempre.

Salvatore? Non perché è mio fratello, ma è di categoria superiore. La squadra non sta andando benissimo, ma ha tanti giovani e un allenatore che ha coraggio ed esprime un calcio offensivo come piace a me. Fa la differenza da tre anni, arriverà lontano. Fortunatamente abbiamo una famiglia che ci ha sempre fatto rimanere con la testa sulle spalle".