Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Il Senato boccia l’abolizione del Decreto Crescita presentata da Nannicini

Il Senato boccia l’abolizione del Decreto Crescita presentata da Nannicini

Il Senato dice di no al senatore del PD, Tommaso Nannicini, che aveva proposto l'abolizione del Decreto Crescita

Claudia Vivenzio

Il senatore del PD, Tommaso Nannicini, ha presentato contro il Decreto Crescita un nuovo emendamento per abolire le agevolazioni fiscali per giocatori che provengono da campionati esteri. Tale novità punta ad una parità competitiva tra calciatori, garantendo la possibilità di una scelta basata sui valori tecnici e non su logiche di risparmio fiscale.

Il Senato boccia l’abolizione del Decreto Crescita presentata da Nannicini

 (Getty Images)

La commissione Bilancio del Senato ha bocciato l’emendamento che intende abolire l’agevolazione fiscale sugli ingaggi dei calciatori “impatriati” prevista dal Decreto Crescita. Lo riporta Tuttosport, spiegando che la modifica era sostenuta anche dall’AIC (Assocalciatori), secondo la quale lo sconto non è stato utilizzato solo per calciatori di caratura internazionale (da Lukaku a Ibrahimovic), ma anche per giovani della Primavera, a svantaggio di calciatori che non potevano godere di questi sgravi.

L’emendamento era stato firmato dal senatore del Pd Tommaso Nannicini e appoggiato dal governo, ed è stato ripresentato nella discussione sulla Legge di Bilancio. Sul tema si era mostrato molto critico l’AD dell’Inter Giuseppe Marotta, il quale aveva definito l’emendamento come «miope e controproducente. Si potrebbe rivedere il regime fiscale per renderlo applicabile solo a Serie A e Serie B».