DAZN, Borghi: “Ciclo del Napoli esaurito, ora bisogna rinnovare senza ridimensionamenti”

DAZN, Borghi: “Ciclo del Napoli esaurito, ora bisogna rinnovare senza ridimensionamenti”

di Mattia Fele

Stefano Borghi, noto telecronista di Dazn, ha parlato sul proprio canale Youtube del futuro del Napoli. Secondo Borghi il ciclo del Napoli, partito con Benitez, si è ora esaurito e va rinnovato, senza però ottenere un ridimensionamento della rosa. Gli acquisti di gennaio sono stati importanti e funzionali, ma non sono all’altezza dei nomi in bilico per la cessione. Koulibaly è troppo più forte di Rrahmani e Allan troppo più forte di Lobotka, secondo Borghi. Ecco quanto evidenziato del suo intervento dalla redazione di calcionapoli1926.it.

 

LEGGI ANCHE – > Tv Luna – Mertens non ha ancora deciso: futuro al Napoli ancora possibile

Le parole di Borghi

 

“La stagione del Napoli è stata veramente assurda. Il campionato è stato buttato via, non dico che poteva vincere lo Scudetto, ma era in bilico anche la lotta per l’Europa tra errori e situazioni al limite dell’inedito. La stagione sembrerebbe da dimenticare, ma ha ancora motivi di vita significativi perché le coppe hanno portato riscontri. Il Napoli è d’altra parte ancora in corsa per quanto riguarda la Coppa Italia. Deve poi giocare il ritorno con il Barcellona, niente è ancora detto. Si va verso un rinnovamento di un ciclo, iniziato con Benitez e che ha toccato il massimo picco con Sarri. Ancelotti lo ha gestito non senza problemi. Rinnovamento, non ridimensionamento. 

Gattuso può costruire un buon progetto, ma dipende dai giocatori che avrà a disposizione. Ci sono 5-6 giocatori top nel Napoli come Koulibaly, Mertens, Allan Fabian e Callejon. Poi c’è Milik, che non smette di avere problemi fisici ma quando sta bene dà un apporto importante alla squadra. E’ un numero 9 molto moderno, sa lavorare di raccordo e calcia benissimo con il sinistro. Questi nomi in bilico fanno capire che con la partenza di una parte di questi serviranno grandi idee, oltre che monetizzare, per sostituirli. Poi ci sono 5 buoni giocatori che sono arrivati: Demme e Lobotka, poi Politano e Petagna, giovane con margini di miglioramento che ha già trascinato la Spal in questi anni. Sono buoni giocatori ma quelli in bilico sono molto migliori. Gattuso deve anche definire delle gerarchie per quanto riguarda il portiere. Si fida più di Ospina ma Meret è importante per la società”. 

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy