Ruotolo denuncia Feltri: “Avevo chiesto la sua radiazione dall’albo alla Lombardia senza ricevere risposta”

Ruotolo denuncia Feltri: “Avevo chiesto la sua radiazione dall’albo alla Lombardia senza ricevere risposta”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Ruotolo denuncia Feltri,le parole

Le ultime dichiarazioni del giornalista Vittorio Feltri hanno generato una nuova polemica. Parole forti contro il Meridione che hanno attirato le critiche di illustri colleghi. Tra questi c’è anche il giornalista d’inchiesta Sandro Ruotolo. Questi, tramite il proprio profilo Instagram, ha annunciato la decisione di denunciare il collega. Alla sua mozione si aggiunge anche lo scrittore Maurizio De Giovanni.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAROLE DI FELTRI

Le parole di Ruotolo

Feltri, la denuncia di Sandro Ruotolo

“Mi sono sentito a telefono con lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni, mio amico. Anche lui come il sottoscritto era rimasto basito per le dichiarazioni in televisione di ieri sera di Vittorio Feltri contro noi meridionali. Ci siamo consultati con l’avvocato Francesco Barra Caracciolo e abbiamo deciso di promuovere ogni azione giudiziaria sia in sede civile che penale nei confronti del direttore di Libero.

“Lo scrittore Maurizio De Giovanni e il Senatore Sandro Ruotolo hanno conferito mandato all’Avv. Prof. Francesco Barra Caracciolo di promuovere ogni azione giudiziaria sia in sede civile che penale a tutela dei diritti fondamentali delle persone della Campania e del Meridione d’Italia gravemente lesi dal giornalista Vittorio Feltri nel corso della trasmissione televisiva di Rete4 del 21 aprile 2020, condotta da Mario Giordano. Il Feltri, nei confronti della Campania, ha tra l’altro detto in modo offensivo e discriminatorio “Perchè mai dovremmo andare in Campania? A fare i parcheggiatori abusivi?”. Nei confronti dei cittadini del Meridione ha poi affermato che “Non soffrono di complessi di inferiorità, in molti casi sono inferiori”.

A Feltri occorre ricordare i due fondamentali articoli della Costituzione: l’art. 3: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale” e l’art. 2: “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo” quale che sia la Regione o zona geografica d’Italia in cui essi vivono. Feltri farebbe bene a studiare la storia del nostro Paese, anche prima dell’Unità d’Italia, e così potrà scoprire quanto poco inferiori siano i Campani e i Meridionali in generale”. Da giornalista avevo chiesto la sua radiazione dall’albo dei giornalisti all’Ordine della Lombardia. Senza ricevere risposta. Adesso il bicchiere è pieno. La libertà di pensiero non c’entra nulla con l’odio nei confronti dei meridionali. Il razzismo è un crimine. A corredo, pubblico questa foto ricordandovi che il leader della Lega e la Meloni lo volevano come Capo dello Stato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy