Osimhen torna dalla Nigeria positivo al Covid, è polemica per una festa di compleanno: la riabilitazione prosegue a casa

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Osimhen fisioterapista

Sembrava potesse essere sul punto di tornare tra i convocati, almeno per la sfida in programma contro l’Udinese, ma adesso Osimhen deve restare ancora fermo ai box. La causa adesso, però, non è l’infortunio rimediato alla spalla lo scorso 13 novembre. Per quello ormai, infatti, filtrava dell’ottimismo soprattutto dopo la riabilitazione nella clinica di Anversa, in Belgio. Adesso, invece, il calciatore deve fare i conti con la positività al Covid, riscontrata dopo il tampone effettuato di ritorno dalla Nigeria.

CLICCA QUI PER IL COMUNICATO DEL NAPOLI

Osimhen positivo al Covid, la situazione

osimhen covid
(Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Positivo al Covid, quindi, non potrà incontrare la squadra per gli allenamenti. Ma soprattutto non potrà continuare la riabilitazione in Belgio e nemmeno tra le mura del centro tecnico di Castel Volturno. Per questo motivo, come riferisce il Corriere dello Sport, il Napoli sta valutando la possibilità di inviargli tutto il materiale indispensabile presso il proprio domicilio. Il caso dell’attaccante adesso rischia di aprire una nuova polemica in casa dei partenopei perchè alcune immagine che circolano sui social, mostrano il calciatore alle prese con la propria festa di compleanno. Organizzata dai parenti ma a cui l’attaccante ha preso parte senza indossare la mascherina e senza rispettare il distanziamento sociale. Una decisione che la società sembra non aver digerito e che adesso allontana ancora di più il ritorno in campo del calciatore.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy