Il Mattino – Napoli, andamento da retrocessione. La grande discesa

Il Mattino – Napoli, andamento da retrocessione. La grande discesa

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde
Callejon Betis Siviglia

Il tracollo, quello che ha condotto a questa situazione, sportivamente, drammatica si condensa tutto in un dato. Da un anno all’altro la discesa è stata violenta. L’edizione odierna de Il Mattino ha evidenziato così il tracollo del Napoli.

Napoli, andamento da Serie B. La discesa

 

Nonostante la rosa sia stata rafforzata, nonostante sia partita con lo stesso allenatore, alla ricerca del tricolore, ma che oggi può solo incredibilmente immaginare, come primo obiettivo, quello di conservare la categoria. Perché sono ben 23 i punti di differenza da una stagione all’altra.

Il 20 gennaio del 2019: il Napoli batteva 2-1 la Lazio. Con i gol di Callejon e Milik, con un Diawara versione play che fa una gran partita. Con i capitolini che guardavano il Napoli lontano 15 punti in classifica. Erano 47 i punti conquistati dopo 20 giornate di quel campionato: la Juventus era 56, già scappata via. Ma sembra tutto distante un’era geologica. Esattamente un anno dopo, il Napoli ha 24 punti, frutto di 6 vittorie, 6 pareggi ed 8 sconfitte: qualcosa come 9 vittorie in meno e ben 5 ko in più rispetto all’anno appena andato in archivio. 

Un andamento da lumaca, un trascinarsi verso le zone pericolosissime della classifica in questa stagione che sembra non conoscere argini. Il Napoli, non senza fatica, lo scorso 29 settembre, batteva il Brescia 2-1 al San Paolo, arrivando a quota 12 in classifica dopo sei giornate, con 4 vittorie e 2 sconfitte, quelle contro Juventus e Cagliari, mantenendosi al quarto posto, in piena zona Champions. Si poteva prevedere che non ci fosse un ritmo per lottare per la conquista del tricolore, ma non che il downgrade del titolo fosse così vicino quasi da far sospendere la quotazione in borsa. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy