Milik, 100 presenze in azzurro. Resta l’amaro in bocca

Milik, 100 presenze in azzurro. Resta l’amaro in bocca

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde
Milik

Il Napoli piange l’ennesima sconfitta: l’Europa è lontana e la terzultima è più vicina. Strano ma vero. Eppure all’inizio del match gli azzurri avevano festeggiato Arek Milik. Di seguito l’analisi de Il Mattino.

Milik, traguardo 100 presenza. Festeggiamenti amari

 

Acquistato nell’estate del 2016 dall’Ajax, Arkadiusz Milik è alla quarta stagione con la casacca azzurra. Per il traguardo delle cento partite raggiunto la scorsa settimana contro la Lazio. Il centravanti polacco è stato omaggiato con una maglia celebrativa, che gli è stata consegnata dal compagno di squadra Zielinski.

Da tempo va avanti la discussione con il club per il rinnovo contrattuale (scade nel 2021): manca l’accordo sulla clausola rescissoria che il Napoli intende fissare a 90 milioni. Ieri voleva festeggiare la ricorrenza e l’inizio è stato incoraggiante con l’occasione da gol sventata da Dragowski. Isolato, servito poco e male, se ne sono perse le tracce con il passar dei minuti, quando spesso è stato costretto ad arretrare a centrocampo per giocare qualche pallone. Alla fine anche lui è naufragato nel nullismo della squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy