Bari, Luigi De Laurentiis è una furia: “Comprendo le critiche, non quelle fatte in malafede. Ho detto una cosa alla squadra”

di Sara Ghezzi

La famiglia De Laurentiis sta vivendo un periodo difficile sia sul fronte Napoli che quello del Bari. Infatti anche la squadra biancorossa non sta rispettando le aspettative della società e dei tifosi. Per questo motivo si è deciso per l’esonero del tecnico Auteri sostituito dall’ex Juve e Spartak Mosca Massimo Carrera. Sin dall’arrivo dei De Laurentiis l’obiettivo è sempre stato la cavalcata verso la Serie A, il Bari però attualmente si trova ancora in Serie C e ha un distacco sostanzioso con la capolista Ternana. La società spera che con il cambio di allenatore possa arrivare una svolta tentando la promozione in Serie B che sia diretta o passando per i Playoff. Il presidente Luigi De Laurentiis è intervenuto quest’oggi alla conferenza stampa di presentazione del tecnico commentando il periodo difficile che sta attraversando la squadra.

De Laurentis Jr contro i critici

VENICE, ITALY – AUGUST 31: Producer Luigi de Laurentiis attends ‘Il Terzo Tempo’ Photocall during the 70th Venice International Film Festival at the Palazzo del Casino on August 31, 2013 in Venice, Italy. (Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)

Il Presidente Luigi De Laurentiis in conferenza stampa ha mostrato il suo disappunto per le critiche ricevute negli ultimi tempi. Di seguito le sue parole:

“Le critiche fanno parte dello sport, ma non quelle in malafede. Comprendo le critiche giuste, anche se mi preme che dall’altro lato si comprenda quanto impegno ci stiamo mettendo. Se non avessimo avuto tutti questi infortuni in attacco avremmo avuto i capocannonieri del girone e poi abbiamo fatto un mercato coi salti mortali. Non vogliamo restare in questa categoria dopo questi investimenti e con Carrera puntiamo alla promozione”.

Sull’esonero di Auteri

“Con Auteri siamo arrivati a un capolinea perché nel calcio quando iniziano a mancare i risultati e ci sono problematiche bisogna prendere decisioni forti come quella di mandare via anche Romairone, ma fa parte del mestiere e noi ci mettiamo la faccia per ripartire più forti di prima”.

Sulla squadra

“Alla squadra ho detto di non leggere i social, di non distrarsi e restare concentrati sul campionato. Sono giovani e non è facile ricevere pressioni come quelle di questa piazza”.

QUI PER SEGUIRCI SU FACEBOOK

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy