Lozano ritrova la Juventus: la stagione è deludente. L’analisi

Lozano ritrova la Juventus: la stagione è deludente. L’analisi

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde
Lozano Napoli

Dalla Juve alla Juve, una parabola discendente per Lozano. Il messicano si presentò alla grande con la maglia del Napoli: Ancelotti lo fece esordire a inizio ripresa e lui ci mise appena 23 minuti per segnare il primo gol con il Napoli. Una rete bellissima a chiudere una splendida azione a tutta velocità degli azzurri. Quella del 2-3 che diede ulteriore spinta alla squadra capace di firmare il 3-3 con Di Lorenzo. L’edizione odierna de Il Mattino ha evidenziato le prestazioni di Lozano.

Lozano in difficoltà: la stagione è deludente

 

Finora insomma un rendimento al di sotto delle aspettative in virtù anche dell’investimento economico del club azzurro: il Chucky pagato 42 milioni al Psv (l’entità della clausola rescissoria) è l’acquisto più costoso dell’era De Laurentiis. Con Ancelotti non è riuscito a emergere nel 4-4-2. Ora con l’arrivo di Gattuso che si affida al 4-3-3 potrà brillare di più viste le sue caratteristiche.

Ma finora il nuovo tecnico lo ha schierato una sola volta da titolare nel match di Coppa Italia contro il Perugia impiegandolo negli ultimi dieci minuti contro il Parma e l’Inter e per i 25 minuti finali con la Fiorentina. Il messicano con la Juventus partirà di nuovo in panchina. Ma potrebbe avere spazio durante la partita e magari potrà diventare nuovamente protagonista come nel match d’andata a Torino. Gattuso sta attendendo che raggiunga la migliore condizione possibile per lanciarlo nella mischia e in queste partite ha preferito puntare inizialmente su Callejon. Ma da esterno destro del tridente potrà far vedere le sue migliori qualità espresse negli anni con il Psv e con la nazionale messicana.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy