Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

rassegna

Inter-Venezia, la moviola: Marchetti perde un fallo di Dzeko sull’1-1 di Barella

Edin Dzeko (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il Corriere dello Sport si sofferma sugli episodi da moviola di Inter-Venezia, c'era fallo di Dzeko nell'azione che ha portato al pareggio

Domenico D'Ausilio

L'edizione odierna del Corriere dello Sport si sofferma sugli episodi da moviola di Inter-Venezia.

Inter-Venezia, la moviola

 (Photo by Emilio Andreoli - Inter via Getty Images)

Non benissimo Marchetti, si vede che deve ancora fare esperienza, l’esame San Siro, forse, abbisogna di qualche prova più consistente prima di essere affrontato. Un bell’arbitro, ma che ieri sera ha sbagliato, parecchio. Escludendo protocolli, APP e VAR (mani legate, nel caso), l’1-1 è preceduto da un fallo netto non fischiato, poi all’Inter manca un rigore chiaro su Dzeko. Sette cartellini gialli (aveva una media di 4) per 22 falli fischiati (media 26,33). Sbracciata (gomito sulle tempie) di Dzeko ai danni di Modolo fallosa, Marchetti non fischia, l’azione prosegue, poi il pallone viene preso da Ceccaroni e qui finisce l’azione rivisitabile dal VAR. Ciò non toglie che era fallo. L’Inter recupera e in pochi attimi va a segnare con Barella.  Clamoroso il rigore non fischiato sull’1-1: Dzeko (tenuto in gioco da Ampadu) si avventa su una errata parata di Lezzerini, tocca per primo il pallone, poi viene travolto dal portiere. Il fatto che l’attaccante non abbia più la disponibilità è concetto superato dopo SPAL-Inter (Handanovic-Strefrezza) del luglio 2020, all’Inter manca un penalty. Colpo di testa di Dzeko, Modolo con la punta del piede sinistro e non con il braccio (vicino al piede): non c'è rigore.