Salvione: “Gattuso a fine stagione lascerà il Napoli. A De Laurentiis piacciono Italiano e Juric”

di Sara Ghezzi

Il Napoli sta vivendo una stagione particolare su tutti i fronti. I risultati sono discontinui e le numerose assenze unite agli impegni ravvicinati non hanno aiutato il lavoro di Gattuso. Ciò ha portato ad una situazione di tensione tra il tecnico calabrese e il presidente De Laurentiis che non ha giovato al Napoli. Per questo motivo molto probabilmente la società azzurra potrebbe attuare una rivoluzione per la prossima stagione. Infatti è molto probabile la separazione tra il Napoli e Gattuso. Ma al momento sono discorsi lontani ed è necessario ricompattarsi per continuare al meglio la rincorsa al quarto posto ancora alla portata degli azzurri che potranno contare nei prossimi giorni sul ritorno di diversi infortunati. Della situazione del Napoli ne ha parlato Pasquale Salvione giornalista del Corriere dello Sport ai microfoni di 1 Station Radio nel corso della trasmissione ‘Il Sogno Nel Cuore’

Gattuso-Napoli: divorzio a fine stagione?

Gattuso
Gennaro Gattuso (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Di seguito le sue parole:

Gattuso? Il suo futuro è già delineato: non ci sono le condizioni per andare avanti insieme anche il prossimo anno“.

Sui possibili sostituti

A De Laurentiis piacciono molto Italiano e Juric, ma è un uomo imprevedibile. Ha avuto contatti stretti con Benitez e Sarri, ha contattato anche Allegri, il quale gli ha fatto capire che la piazza non è tra le sue preferite. Il presidente, al momento, ha tante idee, ma non ha ancora deciso quale realizzare”.

Sul ritorno degli infortunati

Osimhen? Bisogna valutare con calma le sue condizioni, nonostante lui scalpiti per tornare in campo, ma quest’anno è stato già troppo sfortunato. Bisogna attendere ancora qualche giorno, probabilmente domenica sarà a disposizione per la sfida contro il Bologna. Manolas, invece, potrebbe andare in panchina già domani, contro il Sassuolo. Sarebbe un ritorno importante, considerando anche l’assenza di Koulibaly per squalifica. A breve ritorneranno anche Lozano e Petagna, così Gattuso avrà a disposizione tutta la rosa per rincorrere il quarto posto”.

Su un possibile ridimensionamento

“Se non si dovesse raggiungere il quarto posto, ci sarà assolutamente un ridimensionamento. Sul mercato in uscita ci sono Koulibaly e Fabian. Probabilmente potrebbero finirci anche altri calciatori”.

Sulla situazione dei rinnovi

Rinnovi contrattuali? Per Insigne e Mertens non ci saranno problemi, visto che c’è sintonia con la società. Con Ghoulam la situazione sta cambiando, date le ultime prestazioni dell’algerino. Se dovesse tornare ai livelli espressi all’epoca di Sarri, è possibile che possa rimanere“.

Sulla gestione Gattuso

“A proposito del terzino, forse la gestione di Gattuso non è stata fatta benissimo. Ricordo che Benitez diceva che per arrivare in fondo alla stagione, bisognava dare il giusto minutaggio a tutti i calciatori. Anche Rrhamani è stato inutilizzato fino a gennaio, mentre Lobotka non ha mai giocato a sufficienza per trovare il ritmo partita. Malcuit, infine, non è mai stato utilizzato. Questi dati ci fanno capire che la gestione della rosa da parte del tecnico calabrese non è stata proprio idilliaca“.

Sulla vittoria contro il Benevento

Vittoria contro il Benevento? Inzaghi ha sbagliato strategia, arroccandosi troppo in difesa, ed il Napoli ha avuto libertà di gestire la palla. Gattuso è stato facilitato dall’atteggiamento rinunciatario di Inzaghi“.

Su Mertens

Mertens? I suoi numeri sono la miglior risposta. È il miglior marcatore della storia azzurra e, anno dopo anno, riesce a fare sempre meglio. Un vero trascinatore, che sotto la porta riesce ad essere sempre cinico e cattivo. Un esempio dal quale dovrà trarre giovamento Osimhen. Il belga, in questo momento, è importante sia come uomo spogliatoio che come uomo gol. Il gol è ciò che più è mancato al Napoli negli ultimi mesi. Ricordiamo la partita in casa contro lo Spezia, dove ci sono state trenta azioni da gol e solo una rete”.

Sui prossimi impegni degli azzurri

Dal 3 al 21 marzo ci sarà il momento della verità per la squadra di De Laurentiis, dove affronterà ben 5 partite in 18 giorni, tra cui Milan, Roma e Juventus”.

Il Napoli di Gattuso domani pomeriggio contro il Sassuolo comincerà un tour de force in ottica Champions.

QUI PER SEGUIRCI SU FACEBOOK

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy