Sileri: “Anche l’amicizia è affetto stabile. Serve buon senso, ma prima o poi verrà eliminata l’auto-certificazione”

Sileri: “Anche l’amicizia è affetto stabile. Serve buon senso, ma prima o poi verrà eliminata l’auto-certificazione”

di Mattia Fele

Dopo le dichiarazioni del presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, un gran senso di confusione ha colto in pieno viso i cittadini italiani. In molti avrebbero desiderato una fase 2 diversa, con più libertà di movimento almeno internamente alla Regione di appartenenza. Tanti gli interrogativi rimasti in sospeso, i quali verranno chiariti dalle FAQ che il Governo pubblicherà in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni. Ciò nonostante, durante alcune interviste, esponenti delle istituzioni stanno cercando di sciogliere i nodi più complessi.  A questo proposito, il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri è intervenuto ai microfoni di “Un Giorno Da Pecora“.  Focus di Sileri la questione degli “affetti stabili”, dicitura che aveva lasciato non pochi dubbi. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di calcionapoli1926.it.

Le parole di Sileri

“Sulla questione della definizione di “affetto stabile” si è creata una polemica inutile. L’amicizia fa parte degli affetti stabili. Nello spostamento da una città all’altra si stabiliscono affetti ulteriori a quelli familiari, a volte anche migliori. Però attenzione, serve sempre buon senso. Andare a trovare un amico non dev’essere una scusa. Col tempo, poi, elimineremo anche l’auto-certificazione. La vicinanza e il contatto è sicuramente un rischio, per cui resta che ogni contatto stretto sarebbe da evitare, anche il sesso. C’è ancora il rischio che i contagi aumentino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy