Coronavirus, l’infettivologo Galli: “Non abbassiamo la guardia, l’Italia può perdere il suo vantaggio”

Coronavirus, l’infettivologo Galli: “Non abbassiamo la guardia, l’Italia può perdere il suo vantaggio”

di Sabrina Uccello
Genoa Galli

L’infettivologo Massimo Galli, primario dell’ospedale Sacco di Milano, a La Stampa ha rilanciato l’allarme rispetto al coronavirus. La pandemia non è terminata e i contagi continuano a diffondersi, per cui bisogna mantenere comportamenti responsabili per non perdere i progressi ottenuti in questo periodo di lockdown e post.

L’esortazione di Galli sul coronavirus

Coronavirus Galli
Coronavirus Galli
Credit: HuffPost

Di seguito le sue parole: “Il virus non è mutato, è lo stesso di prima, e mi sembra complicato sperare che sparisca da solo come la Sars. Evitare gli assembramenti, ricordarsi le mascherine, anche fuori quando non è possibile mantenere la distanza di sicurezza. L’Italia ha una posizione di vantaggio rispetto ad altri Paesi che però potrebbe perdere alla prima distrazione. Bisogna ricordare il ruolo dei superdiffusori: generano l’80% delle infezioni. E più contagi portano inevitabilmente più morti.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy