Ascierto sul coronavirus: “Con il Tocilizumab mortalità calata del 22%, lo studio prosegue”

di Sabrina Uccello
Ascierto

Paolo Ascierto, direttore dell’Unità Melanoma, Immunoterapia oncologica e Terapie innovative dell’Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli, alla Commissione Affari sociali della Camera ha parlato del lavoro svolto in merito all’emergenza coronavirus.

Di seguito nel dettaglio:

“Per il trial clinico sull’uso del Tocilizumab contro il Covid-19 sono stati arruolati 330 pazienti. Ora abbiamo i risultati: il tasso di letalità è del 22,4%, quindi superiore al 10% rispetto alle nostre prospettive. Lo studio è positivo, ma manca il braccio di controllo. Dopo esserci confrontati coi colleghi cinesi, ho spiegato ai vertici del nostro ospedale il tutto e il giorno seguente, 17 marzo 2020, una task force dell’Ospedale Cotugno ha cominciato il trattamento”.

Ascierto spiega il Tocilizumab contro il coronavirus

Coronavirus, Campania, le parole di Ascierto

“Dopo che abbiamo ottenuti risultati importanti coi primi pazienti, abbiamo pensato a mettere su uno studio clinico. L’abbiamo organizzato in pochi giorni. Non ce la sentivamo d’introdurre un braccio di controllo per i pazienti in terapia intensiva e quindi abbiamo pensato di usare tocilizumab a un dosaggio superiore anche rispetto a quello usato dai colleghi cinesi. 

Tra i pazienti trattatati, c’è stato il ragazzo del 1993 con nessuna co-morbidità. Grazie a un trattamento con tocilizumab ha avuto un miglioramento importante. Ora stiamo aspettando i risultati di due studi di fase III con braccio di controllo. L’arruolamento è concluso e a breve avremo la conferma di quello che abbiamo visto”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy