Mertens: "Ora testa al Napoli, poi valuterò le offerte. La forza è il gruppo"

Mertens ha parlato al Corriere della Sera

 
Mertens

VENERDÌ 13 SETTEMBRE 2019 ORE 8:42

Dries Mertens, attaccante azzurro, ha parlato in esclusiva ai microfoni del Corriere della Sera in merito al momento azzurro. Ecco di seguito quanto è stato riportato in parte:

Futuro

"Ad ora sono estremamente concentrato sul Napoli. Cina o America non mi interessano, soprattutto perché non mi va ancora di andare a giocare lì. Vorrei un campionato stimolante, ma ora penso a questi 8 mesi qui ancora. Non posso dire che non mi vedo in un'altra italiana, bisogna trovarsi di fronte a certe scelte per capire cosa si deciderà."

Batosta contro la Juventus

E' stata difficile, devo ammetterlo. Fare una rimonta di quel livello e poi vedersela sfuggire così è molto brutto, ma è successo. In Nazionale ci ho messo un po' per superarla, ma alla fine ce l'ho fatta.


Lozano e Llorente, ma la forza è il gruppo

Lozano si è visto di cosa è capace, mentre di Llorente non c'è bisogno di dire qualcosa: si sa quanto fa bene in ogni squadra in cui va. Loro si sono ambientati subito, perché la nostra forza sta proprio nel gruppo.

Cambi di ruolo

"Mi piace giocare in qualsiasi parte del campo, basta che giochi. Ho dovuto lavorare molto sull'aspetto mentale per applicarmi poi sul rettangolo di gioco."

La napoletaneità

"Qui è come stare sempre in vacanza, ci sono posti meravigliosi e la gente non ha pregiudizi. Poi certo ci sono i problemi. Ma io non li vedo. Non guardo e quindi per me non esistono. Una volta ho rimproverato un ragazzo che aveva parcheggiato l’auto in terza fila, lui mi fa: vabbe’, ma era solo per andare a prendere un caffè. Cosa gli dici, se non: ok, hai ragione. E risolvi tutto con una risata"

Champions o scudetto

"Tutte e due non si può? La Champions sarebbe un sogno, come tale può avverarsi se ci credi. C’è il Liverpool martedì, proviamo a vincere "

Bugie

"Ogni tanto, ma non simulo"