Arezzo, il presidente svela: "Esonerai Sarri, non riuscivamo a fare risultati"

Il presidente dell'Arezzo ha ricordato l'avventura di Sarri nel suo club.

 
Arezzo

MERCOLEDÌ 11 SETTEMBRE 2019 ORE 13:05

Il presidente dell'Arezzo, Piero Mancini, è intervenuto ai microfoni de "Il Corriere Fiorentino" durante il quale ha parlato dell'avventura di Sarri nel suo club, soffermandosi anche sull'esonero di quest'ultimo:

"La squadra era calata, non riuscivamo a fare risultati e contro la Triestina giocò una pessima partita. Così richiamammo Conte, che infatti fece un girone di ritorno strepitoso. Alla fine, però, siamo retrocessi lo stesso. Lui lo seppe dalla radio quando era in pullman sulla via del ritorno"

"Fiorentina-Juventus? Difficile dire per chi farò il tifo, di certo non per la Juventus. Perdendo contro Lo Spezia in casa, proprio nella stagione dell’avvicendamento Conte-Sarri-Conte, ci condannò alla retrocessione in C".